Festival di Berlino 2018: a Touch Me Not di Adina Pintilie miglior film e migliore opera prima

0
4913

Si è conclusa la 68ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino, svoltasi dal 15 al 25 febbraio 2018. La rassegna, attesissima dai più vicini al cinema d’autore e di spessore, sta già subendo – a poche ore dalla notifica dell’assegnazione dei premi – un gran numero di critiche sul web. La motivazione, come spesso accade nei concorsi, è dovuto alle attese e ai vincitori reali del festival. Ma andiamo per gradi.

A vincere l’Orso d’oro per miglior film è Touch Me Not di Adina Pintilie: regista rumena al suo esordio, con un film indicato tutt’altro che vincente da gran parte della critica online. Film che inoltre vince anche il premio come migliore opera prima, portando la Pintilie a segnare una doppietta. Evidentemente Tom Tykwer, presidente della giuria e gli altri giurati della Giuria Internazionale, non sono stati della stessa opinione della critica. Nessun premio per i titoli italiani in gara.

Di seguito l’insieme completo dei premi assegnati:

Orso d’oro per il miglior film cinema box office
Touch Me Not di Adina Pintilie

Orso d’argento Gran Premio della Giuria
Mug, di Malgorzata Szumowska

Premio Alfred Bauer per l’innovazione
The Heiresses, di Marcello Martinessi

Orso d’argento per la miglior regia
Wes Anderson per L’isola dei cani

Orso d’argento per la migliore attrice
Ana Brun per The Heiresses

Orso d’argento per il miglior attore
Anthony Bayon per La prière

Orso d’argento per la miglior sceneggiatura
Manuel Alcalá & Alonso Ruizpalacios per Museo

Orso d’argento per il miglior contributo tecnico
Elena Okopnaya, per costumi e scenografie di Dovlatov

Premio per la miglior opera prima
Touch Me Not di Adina Pintilie
Menzione speciale:
An Elephan Sitting Still, di Hu Bo

Premio per il miglior documentario
Waldheims Walzer di Ruth Beckmann
Menzione speciale:
Ex Payé, di Luiz Bolognesi

Orso d’oro al miglior cortometraggio
The Men Behind the Wall, di Ines Moldavsky

Orso d’Argento Premio della Giuria al cortometraggio
Imfura, di Samuel Ishimwe

Panorama – Premio del Pubblico – Fiction
1. Profile di Timur Bekmambetov
2. Styx di Wolfgang Fischer
3. L’Animale di Katharina Mueckstein

Panorama – Premio del Pubblico – Documentari
1. The Silence of Others di Almudena Carracedo, Robert Bahar
2. Partisan, di Lutz Pehnert, Matthias Ehlert, Adama Ulrich
3. O processo di Maria Augusta Ramos

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here