Intervista a Dente: Io tra di noi, l’amore per il vinile e il film mancato

0
8288

Cosa ne pensi del prepotente ritorno degli appassionati al formato del vinile, con conseguente morte del compact disc (visto che i non appassionati si servono degli mp3)? Chi ha problemi di vista potrà finalmente godere a pieno degli artwork magari?
Il vinile è un oggetto che amo molto, perché ho cominciato ad ascoltare la musica con i vinili, in realtà con le cassette prima e il vinile dopo. È un oggetto che per un po’ di anni è andato in disuso, ma adesso sta tornando parecchio. Ed è l’oggetto che si vuole comprare piuttosto del CD. La gente ora aspetta il vinile e non il CD, sennò uno si fa direttamente l’mp3.
E quindi l’ho fatto un po’ perché mi piace ascoltarmi su vinile, che è una grandissima soddisfazione. Quando ero giovane ascoltavo i dischi su vinile e quindi ascoltare la mia voce su vinile è una cosa diversa, dato che io non ho cominciato ad ascoltare la mia voce sul vinile come hanno fatto altri cantanti, quelli del passato. Rispecchia anche un po’ la volontà di fare ascoltare la musica in un certo modo, piuttosto che in un altro un po’ più moderno… un po’ più distratto. Il vinile ha questo grande pregio: la musica su vinile si ascolta, la ascolti tutta, ascolti tutta la canzone e non mandi avanti… la ascolti con una certa cura.

Mediamente gli artisti italiani se la tirano molto di più di quelli stranieri, indipendentemente dalla qualità e dalla celebrità. Tu che ne conoscerai parecchi, che ne pensi?
No, non credo, a parte che non conosco quelli stranieri quindi non saprei. Spesso è stato detto anche a me che sono un po’ altezzoso e cose del genere. Però credo sia anche un riflesso, io lo capisco solamente adesso, quando magari lo pensavo anch’io di alcune persone che poi ho conosciuto. Credo sia un po’ un riflesso della quantità di relazioni che uno deve tenere. A volte la gente ti incontra per 5 minuti e tu in quei 5 minuti magari hai la “luna girata da un’altra parte” e non hai voglia di parlare. Così viene fuori che uno se la tira perché va di fretta o non ha voglia di parlare quel giorno, mi sembra un po’ esagerato. Le persone vanno conosciute prima di giudicarle e oggi come oggi purtroppo molta gente pensa di conoscerti anche senza conoscerti.

Grazie Giuseppe, sei stato molto gentile e molto loquace
Grazie a voi!