Quag: il “social network” più sociale del Web. Ecco come funziona

1
1841

“Avere la risposta ad ogni domanda” è questa la vera esigenza e al tempo stesso la base dell’interazione multimediale resa mondiale grazie ad internet, in cui un contenuto può essere condiviso da tutti e tramutarsi così in una sorta di patrimonio collettivo, al quale semplicemente dare un’occhiata per ricevere una risposta soddisfacente e che non valichi i limiti dell’insensatezza: da oggi si può grazie a Quag.

Molti di voi non avranno ancora avuto il piacere di entrare a far parte di questa comunità, nella quale tutti hanno il proprio spazio, dove potrai accrescere la tua “reputazione”. È proprio questa la logica della nuova “piattaforma intelligente”, mettere in contatto persone con interessi comuni in modo tale che possano confrontarsi su questioni poste da entrambi e arrivare così ad un accordo, e se la tua risposta si rivela illuminante ed esaustiva la tua notorietà aumenta. “Il merito quag social network domandenasce dal valore” e se le tue risposte hanno qualcosa in più rispetto le altre o semplicemente hai esposto l’argomento in modo oggettivo, la tua reputazione comincia a salire e le tue idee saranno sicuramente poste in primo piano.

Il meccanismo ricorda molto l’essenza di un gruppo di persone affiatate decise a raggiungere uno scopo senza indugi e senza rinunciare alla propria privacy: infatti, la tua identità e le tue preferenze non saranno messe a repentaglio durante una ricerca di contenuto, poiché comparirà solo il numero di persone che si concentrano su uno specifico tema.

Insomma, la rete sta diventando un luogo più sicuro in cui navigare grazie alla presenza di questi “fari informatici”, i quali illuminano il percorso da intraprendere al fine di approdare sul nostro contenuto senza perdere, però, la strada di casa e schiantarsi così contro mete indesiderate.

1 commento

  1. La piattaforma non è niente male, il rispetto per la privacy lo ho trovato anche migliore che altrove.
    Peccato però per quei gruppi di utenti, che forse stanno sempre online, hanno un numero di “amici virtuali”molto alto, sulla piattaforma e si mettono i like tra di loro..
    Se entri, sei nuovo, esprimi una opinione che non gli piace, ti attaccano come fanno i bambini alle elementari.. e poi si mettono i like tra di loro, per cercare di svalutare quello che hai detto.
    Cercavo un ambiente di dialogo più aperto.. nel quale vengono rispettate maggiormente le opinioni diverse.
    Ovviamente non generalizzo, non dico che tutti gli utenti siano così.. solo quelli che ho trovato io.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here