The Rolling Stones: Beggars Banquet (Decca, 1968)

2
12323

Discorso a parte meritano i tre pezzi acustici di chiusura. Prodigal Son brilla per la sua indubbia originalità, dovuta anche alla diversa accordatura della chitarra acustica che Richards utilizza per l’accompagnamento; le due ballate Factory Girl e Salt Of The Earth, invece, mantengono alta l’attenzione dell’ascoltatore anche grazie alla loro soffusa semplicità.

La prima presenta dei godibilissimi arrangiamenti strumentali per mandolino e fiddle, che le conferiscono un gustoso sapore rurale: Salt Of The Earth vi è accomunabile per l’analoga leggerezza, ma se ne distacca per gli arrangiamenti molto più essenziali nonostante il ricorso all’ensemble corale che si unisce alla voce di Jagger nello spannung finale.

Tracklist:

Beggars Banquet Rolling Stones1. Sympathy For The Devil
2. No Expectations
3. Dear Doctor
4. Parachute Woman
5. Jig-Saw Puzzle
6. Street Fighting Man
7. Prodigal Son
8. Stray Cat Blues
9. Factory Girl
10. Salt Of The Earth