Home Archivi 2013 luglio

Archivi mensili: luglio 2013

0

È da diverso tempo che Codemasters non ci fa sapere più nulla di Colin McRae Rally, il suo famoso (e anche piuttosto bello) gioco di rally pubblicato per la prima volta nel 1998. Finalmente, però, qualcosa si muove: pare infatti che Codemasters stia preparando una versione per iOS del suo gioco di rally.

In effetti, quello che starebbe facendo Codemaster, è la realizzazione di un remake di Colin MacRae Rally 2.0, la versione commercializzata nel 2000, da far girare su dispositivi dotati di sistema operativo iOS, ovvero iPad e iPhone. Per adesso, però, non possiamo darvi altre notizie, anche perché questa indiscrezione si basa su un’immagine rilasciata Colin McRae Rally ios giocosul profilo Twitter di Codemasters e null’altro: nessuna conferma o smentita da parte della società.

I fan dei giochi di guida potranno per adesso consolarsi giocando con Grid 2, l’ultima fatica di Codemasters in questo settore, commercializzato solo poche settimane fa.

0

Canon lancia il nuovo Photo Contest Power To Your Next Step Award: il concorso fotografico che stimola la nostra creatività e ci catapulta in un mondo fatto di colori, rispetto per la natura e ovviamente anche di premi. Ma di che cosa stiamo parlando vi chiederete voi? È presto detto. In visione dell’Expo 2015 Canon ha deciso di realizzare un concorso fotografico incentrato sul tema del rispetto del Pianeta e dell’energia, basandosi sul concept: “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”.

Un tema tanto attuale quanto importante e affascinante, che ci proietta in quello che dovrebbe essere il modo di noi di vivere la vita di ognuno: rispetto per i popoli e per l’ambiente. Un tema preso in seno dall’Expo 2015 e rimarcato da Canon con il Power To Your Next Step Award.

L’idea è quella di creare valore, quel valore che porti a mettere in evidenza non solo creatività e innovazione, ma anche tradizione. Il tutto declinato seguendo le mille sfumature di un unico e grande tema: quella dell’alimentazione. Alimentazione sana e sicura per ciascun essere vivente, capace di rispettare tanto la natura e il pianeta su cui viviamo, quanto ogni popolo del mondo: perché tutti hanno diritto ad una nutrizione sana e sicura… nessuno escluso!

Canon ha voluto riprendere tutto ciò e racchiuderlo nel suo nuovo concorso fotografico, dando a tutti la possibilità di esprimersi secondo le proprie capacità e creatività. Il concorso, infatti, si divide in categorie differenti, così da non rendere la competizione impari e suddividendo i partecipanti a seconda dell’età e della propria professionalità. Ma andiamo per gradi e cerchiamo di capire meglio quali sono le modalità di partecipazione al Power To Your Next Step Award.

Per prima cosa dovremo registrarci al concorso: per farlo basterà digitare l’indirizzo www.nextstepaward.it/partecipa.aspx e cliccare su Registrati. Oltre ad indicare i nostri dati, dovremo poi scegliere per quale categoria proporci.

Come vi dicevamo, infatti, il concorso si divide in tre categorie diverse a seconda dell’età e della nostra professionalità, ovvero:

Professional, per i professionisti: è necessario inviare 5 foto e un breve cv in formato pdf;

Photo Addicted, per gli appassionati di fotografia: si possono caricare fino a 5 foto;

Young – Under 25, per i ragazzi/e sotto i 25 anni d’età: sono richieste fino a 5 foto.

Scelta la categoria non dobbiamo fare altro che scegliere il nostro concept e dare il via agli scatti.

A noi questa idea di Canon piace molto e già abbiamo in mente l’idea giusta per le fotografie. Come dite? Volete saperne di più? Ok, vi daremo qualche dritta. Provate a pensare a tradizione, nutrizione e rispetto per l’ambiente: cosa vi viene in mente?

Siamo in estate e la raccolta del grano è in atto: potremmo raccontare la tradizione del pane e della raccolta del grano, immortalando magari qualche antico mulino e scene di raccolta nei campi. Ma estate è sinonimo anche di frutta di stagione e verdura: anche su questo tema si può lavorare molto, magari rappresentando cinque scene diverse prese da 5 terre differenti del nostro paese…

Insomma, il parterre di scelte è davvero grande. Prima di chiudere, però, vogliamo darvi un’ultima informazione: i premi!

Ovviamente questi saranno diversi a seconda della categoria.

Per i Professional il 1° premio consiste in 3 shooting fotografici per le testate Mondadori (valore indicativo max. di 4.500 euro + IVA), con inclusi spostamenti, pernottamento di una notte in hotel 3 stelle e vitto durante il giorno del servizio fotografico. Per i Photo Addicted il 1° premio è una EOS6D, con obbiettivo EF 24-105mm f/4L IS USM (valore di € 2.404,15 + IVA); mentre per i Young – Under 25 il 1° primo è una EOS 100D, con obbiettivo EF-S 18-55 IS STM (valore di € 711,71 + IVA).

Per tutti i primi 5 classificati delle tre categorie, ci saranno anche 3 poster della collezione di Mondadori Portfolio (misura 50×70).

Insomma, che altro chiedere di più? Ricordate di iscrivervi il prima possibile, il concorso scade 30 settembre 2013. Non resta che darvi il nostro in bocca al lupo e… che vinca il più creativo!


Articolo sponsorizzato

0

Vi piace Final Fantasy? Allora starete aspettando con ansia il prossimo episodio, quel Final Fantasy XV che inizialmente era stato chiamato Final Fantasy Versus XIII. Ma chi saranno i protagonisti di questo nuovo episodio? Quali saranno le loro caratteristiche principali?

Diamo loro uno sguardo:

Noctis Lucis Caelum: Noctis è un ragazzo che non ama particolarmente le tradizioni e le convenzioni della sua posizione (parrebbe essere proprio lui il naturale sostituto al trono di Lucis) e per questo si comporta quasi come fosse un ribelle. È dotato del potere di poter vedere la morte, ma solo quella degli altri.

Gladiolus Amicitia: Appartenente alla casata degli Amicitia, che ha giurato fedeltà alla corona, Gladiolus è amico di Noctis, al quale legato da un profondo e sincero affetto, oltre che dal giuramento di fedeltà alla corona.

Ignis Scientia: Cresciuto con lo scopo di diventare final fantasy xv personaggi descrizioneconsigliere di Noctis, Ignis è un personaggio dotato di profondo senso logico; senso tanto spiccato da tramutarsi quasi in pedanteria. Suo obiettivo principale è quello di rendere l’erede al trono degno di questo titolo.

Prompto Argentum: Playboy e arrogante al primo sguardo, Prompto è dotato di una personalità ben più complessa e interessante di quella che si può percepire al primo incontro.

Cor Leonis: È un guerriero senza macchia e senza paura votato alla guerra e al suo re. È una sorta di leggenda vivente e il suo scopo è prendersi cura del resto del gruppo, pur non essendo molto felice di dover fare da balia all’erede al trono.

0

La prima Xbox poteva contare, come titolo di punta al momento del lancio, su Halo, un gioco che da allora in poi ha si è guadagnato la stima di milioni di fan. Al recente E3 Microsoft e 343 Industries hanno portato un filmato che rappresenta un’anteprima di quello che sarà la prossima versione di Halo, per vedere la quale dovremo attendere il prossimo anno.

Il fatto che nessuno dei due abbia poi confermato che il filmato mostrasse realmente Halo 5 ha fatto sorgere un po’ di dubbi circa il fatto che potesse trattarsi magari di un nuovo titolo di qualche filone alternativo, come Halo Reach o ODST.

Proprio in questi giorni, però, Phil Spencer, uno dei General Manager di Microsoft, nel corso di una intervista ha parlato di Halo e in particolare del filmato visto all’E3, affermando che quanto visto è tratto dal halo 5 xbox oneprossimo Halo, e non da altri filoni. La conferma che il trailer mostrato all’E3 sia un teaser del futuro Halo 5 è arrivata anche da Don Mattrick, presidente della sezione Interactive Entertainment Business di Microsoft, per cui possiamo essere sicuri del fatto che il gioco in fase di sviluppo sia proprio Halo 5.

Speriamo che possa essere lanciato in contemporanea, o quantomeno a breve distanza dal lancio della prossima Xbox One.

0

State aspettando con ansia che il prode Snake ritorni in un nuovo, sfavillante, episodio di Metal Gear Solid? Beh, non siete di certo da soli: in molti sono lì, con il naso appeso alla vetrina del negozio di videogiochi di fiducia, pronti ad accaparrarsi la propri copia del videogioco preferito.

Per il prossimo episodio, non è da escludersi che Hideo Kojima scelga di utilizzare nel gioco anche Kinect e SmartGlass, ovviamente solo per la versione per Xbox One di Metal Gear Solid 5. In una intervista pubblicata da Larry Hryb di Microsoft, Kojima avrebbe espresso interesse verso le novità introdotte dalla Xbox One.

In particolare, Kojima si è detto interessato a scoprire come sia possibile utilizzare i comandi vocali e i gesti all’interno del gioco. Interesse è stato espresso da Kojima anche per le potenzialità offerte dal metal gear solid 5secondo schermo di SmartGlass: Kojima ha anche detto di essere impaziente di utilizzare “dispositivi differenti per portare il gameplay hardcore a sfruttare diversi tipi di supporti”.

Con questi presupposti, come si fa a non essere impaziente di vedere come sarà il nuovo Metal Gear Solid? Peccato che per poterlo scoprire toccherà attendere almeno fino al prossimo anno.

0

La convergenza delle console di nuova generazione verso un hardware sempre più vicino a quello dei computer permetterà a DICE di offrirci un Battlefield 4 su Xbox One e PlayStation 4 in grado di eguagliare la magnificenza della versione PC. Quello che lo sviluppatore vuole ottenere è la possibilità di avere fino a 64 giocatori contemporaneamente attivi nella modalità multiplayer e una velocità di refresh di 60 frame al secondo, due caratteristiche che in Battlefield 3 sono una esclusiva della versione PC del gioco.

Per Patrick Bach, Executive Producer DICE per Battlefield, “sarebbe fantastico portare quello che abbiamo raggiunto da tempo su PC nei salotti e con un joypad. Questo è ciò a cui stiamo puntando”.

Inoltre, DICE ha reintrodotto nel gioco il Commander Mode, una modalità di gioco strategica che non si vedeva in un gioco DICE fin dai lontani tempi di Battlefield 2142 e Battlefield 2. In passato questa modalità non ha riscosso grandissimo successo perché poteva accadere che un comandante inesperto potesse portare la propria squadra alla disfatta.

Adesso, però, in Battlefield 4 il Commander Mode è stato modificato.Electronic Arts è ad un passo dalla presentazione ufficiale di Battlefield 4, e siccome sa benissimo che il gioco è uno dei più attesi del momento, si diverte a farci venire l’acquolina in bocca rilasciando un teaser video sul social network Vine I comandanti delle due fazioni in lotta giocheranno l’uno contro l’altro, piuttosto che non con il rispettivo team, con relativo punteggio separato. Potranno però attingere agli elementi presenti sul campo di battaglia per fare in modo di combattere più efficacemente. Battlefield 4, e la sua nuova modalità Commander, saranno disponibili a partire dal prossimo 29 ottobre per PC, PS3 e Xbox 360, mentre le più sofisticate versioni per PS4 e Xbox One arriveranno più in là.

La data non è ancora stata specificata.

0

Kaspersky, società che realizza una gamma di prodotti per la sicurezza informatica tra cui antivirus, anti-malware e suite di sicurezza complete, ha diffuso una ricerca secondo la quale ogni giorno 102.100 utenti vengono colpiti da attacchi di phishing che hanno come obiettivi principale i dati di accesso a Facebook, Yahoo!, Google, Amazon e, ovviamente, i dati bancari.

Nell’ultimo anno l’incremento nel numero di persone vittime di phishing è stato considerevole e pari all’87%. In pratica si è passati da 19,9 a 37,7 milioni di utenti. Il phishing è uno dei più subdoli attacchi compiuti ai danni dei nostri dati.

Si tratta di una frode che viene perpetrata tramite Internet creando una perfetta copia di un sito e cercando poi di convincere gli utenti ad inserire i propri dati (tipicamente username e password) in form che li attacco hacker google Spamhausraccolgono e li catalogano nel database dell’hacker di turno, che poi provvederà a venderli ad organizzazioni criminali che le utilizzeranno per le proprie truffe online.

Kaspersky fa poi presente che solo nel 12% dei casi i tentativi di phishing si affidano all’email per raggiungere gli utenti, mentre nel restante 88% dei casi si sfruttano link che rimandano a pagine di phishing.