Home Tecnologia Xbox 720 Durango: svelate le caratteristiche hardware della console

Xbox 720 Durango: svelate le caratteristiche hardware della console

0

Un articolo apparso su VGLeaks, sito che si occupa di rumors con una discreta credibilità, ha messo a nudo quelle che potrebbero essere le caratteristiche hardware della prossima console di casa Microsoft.

Questa volta non si tratta di indiscrezioni raccolte da qualche anonima “gola profonda”, ma ottenute studiando a fondo il codice dell’XDK, ovvero dello strumento che semplifica la programmazione dei giochi per la prossima console Microsoft, il cui nome in codice è “Durango”.

All’interno della Durango troveremo un’architettura a 64 bit e un acceleratore hardware chiamato “Move” che permetterà di effettuare la compressione/decompressione e il trasferimento di grandi quantitativi di dati con estrema facilità. Il tutto verrà fatto senza compromettere le prestazioni della CPU e della GPU, con quest’ultima che a quanto pare sarà compatibile con le DirectX 11.

Sarà presente un chip dedicato all’audio, con supporto per 7.1 canali in digitale e PCM in Bitstream, e la console stessa sarà sempre in standby e collegata perennemente a internet. Non preoccupatevi per il consumo, che sarà comunque minimo. Il vantaggio di questo stato di sospensione al posto dello spegnimento completo xbox 720 giochiè un “risveglio” velocissimo e, inoltre, il fatto che la console sia sempre connessa ad Internet, le permette di verificare periodicamente la presenza di eventuali aggiornamenti per la dashboard e i giochi installati e quindi di scaricarli mentre l’utente non gioca, così da non costringerlo ad interrompere le proprie attività ludiche per attendere un aggiornamento.

Nella prossima versione della Xbox il Kinect sarà dato in dotazione e diverrà indispensabile per il corretto funzionamento della console. Questo avrà ora una risoluzione HD, sensori ad infrarossi più precisi dei precedenti e con latenza più bassa e funzionerà anche quando la stanza in cui si gioca è tenuta quasi al buio. Il pad sarà un’evoluzione del precedente e apprezzato pad della XBOX 360, del quale sarà ancora più semplificata l’interazione con il sistema. Se dovesse essere vero, lascia qualche perplessità la modalità scelta per l’esecuzione dei giochi, che pur essendo distribuiti su supporto Blu-Ray dovranno necessariamente essere installati ed eseguiti da disco rigido.

Questo, ovviamente, presuppone la presenza di un disco di adeguata capienza (500 GB?), ma anche la noiosa seccatura di dover installare i giochi la prima volta che li si utilizza proprio come si fa con i computer. In compenso pare che potremo giocare senza neanche inserire il disco originale. Quest’ultima cosa pare poco verosimile, comunque vedremo…

Nessun commento

Lascia una risposta