Home Style&Culture Working Capital Accelerator 2014: l’innovazione nel segno di #Wcap. Rispondi alla chiamata!

Working Capital Accelerator 2014: l’innovazione nel segno di #Wcap. Rispondi alla chiamata!

0
Torna anche quest’anno l’iniziativa dedicata ha chi ha idee da mettere in gioco ed è in cerca di capitali e formazione per lanciare una startup. Stiamo parlando del Working Capital Accelerator: l’ormai noto programma targato Telecom Italia che, dal 2009, ha come punto focale quello di dare una possibilità concreta ai giovani di realizzare i propri sogni imprenditoriali.
Il sistema per partecipare è molto semplice e parte inizialmente da una cosa sola: avere un’idea vincente! Detto ciò, gli step successivi sono tre: recarsi sul sito della Call For Ideas di del Working Capital Accelerator, registrarsi seguendo la procedura guidata e inserire la nostra idea. Stop, il gioco è fatto! Vi ricordiamo che possono partecipare alla Call for Ideas a tutti coloro che hanno il talento e le idee giuste per sfondare nel mondo dell’impresa e dell’innovazione, quindi: non solo gli studenti, ma anche aspiranti startuppers, liberi professionisti e le società che si siano costituite da meno di 2 anni.
Ma che cosa significa partecipare e passare le selezioni del Working Capital Accelerator? In palio ci sono 40 Grant del valore di 25.000 euro ciascuno e l’iscrizione all’Albo Veloce dei fornitori di Telecom Italia, ma non è tutto. Perché da sempre l’idea del Working Capital non è “solo” quella di dare un compenso in termini monetari, ma anche e soprattutto quella di guidare i team che si saranno distinti con delle idee innovative, collegandoli a percorsi d’accelerazione. Il tutto al fine di dare loro una mano concreta nello sviluppo dei progetti e nel successivo lancio sul mercato.
E allora che aspettate? Passate all’azione e alla fase di Apply Now sul sito della Call For Ideas! La scadenza entro cui inserire l’idea per rispondere alla call di Working Capital Accelerator è quella del prossimo 26 maggio, quindi non c’è tempo da perdere.
In più quest’anno l’edizione targata con il claim “Make in Italy!” non è dedicata soltanto a idee e talenti italiani, ma è aperta anche a gruppi di lavoro internazionali.
Passata la fase di selezione, i vincitori saranno incubati per 4 mesi per sviluppare, da luglio a novembre, le loro idee di impresa in uno dei 4 spazi #Wcap dislocati sulla nostra penisola, ovvero a: Milano, Bologna, Roma e Catania.

Inutile dilungarsi oltre. Vi ricordiamo che potete seguire le novità e gli step successivi del Working Capital Accelerator sui social con l’hashtag ufficiale #Wcap.

Articolo Sponsorizzato

Nessun commento

Lascia una risposta