Home Concerti Torna il festival senese, con l’undicesima edizione diretta da Mauro Pagani

Torna il festival senese, con l’undicesima edizione diretta da Mauro Pagani

0

Si preannuncia come un ensamble di musica, danza e spettacoli di alta qualità la nuova edizione del festival senese prevista per il periodo che va dal 23 al 26 agosto 2011. Dal coinvolgente ritmo ska/jazz di Roy Paci & Aretuska fino ad arrivare alla musica di Filippo Graziani, passando per performance di danza e i live delle band senesi. Il tutto fino ad arrivare all’evento clou con il concerto/spettacolo di Massimo Ranieri.

Insomma un’edizione 2011 che rappresenta per il festival senese una vera e propria forma polimorfica di spettacoli unici, l’uno contaminato dall’altro nelle differenti forme stilistiche dell’arte.

Il festival prende il nome di “La città aromatica” e rappresenta una festa che si appresta a caratterizzare fortemente l’estate senese e non solo. La direzione artistica dell’evento è affidata ancora una volta al grande Mauro Pagani, che da ben undici anni propone uno spettacolo contaminato da musica rock, popolare, etnica, jazz e danza.
Anche quest’anno - dichiara Lucia Cresti, assessore alla Cultura del Comune di Siena – abbiamo il piacere di promuovere il Festival “La città aromatica” che è ormai un importante appuntamento culturale dell’estate senese, apprezzato sempre di più dal pubblico e dalla critica. Ritengo che l’aspetto distintivo di questa iniziativa sia quello di essere riuscita a mantenere e rinnovare nel tempo lo spirito delle precedenti edizioni con un programma ricco di appuntamenti che vedono famosi artisti nazionali ed internazionali a fianco di eccellenti realtà artistiche locali. Un’opportunità per la città di essere immersa in un’atmosfera unica fatta di musica di vario genere e spettacoli di danza contemporanea”.

Ecco il dettaglio degli eventi che caratterizzeranno il festival:

Martedì 23 agosto, Piazza San Francesco, ore 21.15

ROY PACI & ARETUSKA in REVOLUTIONARETOUR
E’ rivoluzionario lo spettacolo di Roy Paci & Aretuska che tornano con un concerto rock, tirato e festaiolo, con cui ripercorrono tredici anni di carriera. Le canzoni proposte saranno, oltre ai grandi successi raccolti nel “BESTiario siciliano”, anche i brani contenuti in “Latinista” ultimo album uscito nel 2010 e insieme nuovo capitolo della carriera del trombettista-compositore-cantante. Con qualche incursione nel repertorio musicale combat-patchanka & more!
Lo spirito latinista si sentirà tutto, una sensibilità che già apparteneva al trombettista-cantante e che si è espressa ancor di più durante la pre-produzione dell’ultimo album, in Brasile, ovvero “nel luogo ove lo stimolo creativo si è innescato”. La full immersion in Sud America ha infatti senza alcun dubbio confermato il raggiungimento della maturità artistica del musicista, accompagnato dalla volontà di coltivare ancora sonorità lontane, alla ricerca di nuove ispirazioni e comuni aspirazioni che trovano nella dimensione live lo spazio giusto per esplodere.
La marca stilistica del REVOLUTIONARETOUR di Roy Paci & ARETUSKA si denota quindi nell’apertura alla multiculturalità e nella consueta incredibile energia musicale. In quest’ottica, aficionados e non vedranno anche l’atteso ritorno di Cico, MC storico italocongolese di Roy Paci & Aretuska, e la partecipazione di un guest molto speciale, Ekland Hasa, pianista albanese di fama internazionale che ha collaborato con Tiziano Ferro, Biagio Antonacci, Albano Carrisi, Goran Bregovic, e che ha eseguito la prima storica interpretazione della “Rapsodia in Blu” di G. Gershwin nel proprio Paese (a lungo probita dal regime).

Mercoledì 24 agosto, Piazza San Francesco, ore 21.15

LA DANZA IN PIAZZA
COMPAGNIE MOTUS – FRANCESCA SELVA

La serata di mercoledì 24 agosto sarà dedicata alla danza. Un appuntamento ormai consueto che vede sul palco le compagnie Motus e Francesca Selva.
Nel ventennale della compagnia Motus, la memoria si fa performance: potente caleidoscopio per guardare al futuro attraverso il passato.
Si incentra infatti su questo tema lo spettacolo CREAZIONI RESISTENTI nato da un soggetto di Rosanna Cieri che firma la regia insieme alla danzatrice Simona Cieri autrice anche delle coreografie. Sembra che questa società abbia perso la memoria storica, abbia una memoria collettiva contingentata al presente, appiattita su una informazione carente e manipolata, e memorie individuali traviate da dubbi e insicurezze. Eppure se il flusso del vissuto non fosse accompagnato dal continuo lavorio della memoria, individuale e collettiva, non sapremmo più chi siamo e cosa ci stiamo a fare. Perderemmo la nostra identità.
Ma c’è molto altro. Per dirla con Pierre Nora La memoria collettiva intesa come «ciò che resta del passato nel vissuto dei gruppi», è cruciale nella formazione dei metodi e nell’elaborazione dei temi della “nuova storia”. Per questo, le pratiche della memoria costituiscono, specifici modi di trasformare il passato in passato che dura e che resiste.
La Compagnia Francesca Selva mette invece in scena LE SCARPE DI ANITA con coreografie di Francesca Selva e soggetto di Marcello Valassina .
La narrazione coreografica di Francesca Selva prende ispirazione dall’incontro reale con Anita, una senza-casa che vive cantando le sue canzoni nella stazione della metropolitana di Roma. Un personaggio intenso, che vive ai margini della società da quando a 16 è scappata di casa: la sua famiglia non poteva accettare un ragazzo che indossava le scarpe con il tacco alto rubate alla madre. Ambiguità dei ruoli, giochi di seduzione, ironia e sensi di solitudine; questi i momenti raccontati dalla coreografa italo-francese riferiti ad un senso di disagio comune, nei confronti di una società morbosamente curiosa, ma sostanzialmente indifferente.

Giovedì 25 agosto, Piazza San Francesco, ore 21,15

ROCK NEWS: Nuovo Rock In Città
HASHMIR
AFTERSHAVE
special guest Mauro Pagani
(prima parte)

FILIPPO GRAZIANI
(seconda parte)

Giovedì 25 agosto, sempre in Piazza San Francesco, nel segno della valorizzazione dei giovani musicisti che hanno la possibilità di misurarsi con artisti più affermati uno spettacolo diviso in due parti.
Nella prima per l’appuntamento con il “ROCK NEWS: nuovo rock in città”.
Protagonisti gli Hashmir, una band nata a Siena nell’ottobre 2009 che dopo varie trasformazioni, nei mesi di marzo e aprile 2010 registrano artigianalmente una quarantina di pezzi da cui viene estratto un EP di 5 pezzi autoprodotto fino a trovare nel dicembre 2010 la loro “formazione ideale” con cui esordiscono nello storico locale “Al Cambio” (Siena), aprendo il concerto per i Vendemmia Tardiva.
Quindi il palcoscenico sarà per gli AfterShave che nascono nel 2008 come formazione trio fusion funk. Il gruppo inizia a costruire il proprio repertorio suonando in molti luoghi della Toscana, spaziando fra gli anni sessanta e settanta, soprattutto cover di Hendrix, Led Zeppelin, Nick Drake, Alan Parson, per poi passare ad arrangiamenti in chiave funk-rock con i Cure, Jeff Buckley, Massive Attack. Dal 2010 la band inizia a produrre le prime composizioni senza darsi etichette o limiti stilistici e si lascia contaminare nuovamente da tutto ciò che è al di fuori del meinstream pop odierno, attraverso sonorità funk fino ad arrivare a sonorità più eteree tipiche di gruppi come Sigur Ros senza però rinunciare all’energia del rock.
Come consuetudine, sul palco, sarà complice delle due giovani band il direttore artistico Mauro Pagani da sempre disponibile a mettersi in gioco con le nuove realtà emergenti.

Filippo Graziani
Filippo è figlio di Ivan Graziani è perciò nato e cresciuto in un ambiente pieno di musica, suoni, canzoni e di artisti. Verso i diciotto anni, a distanza di anni dalla morte del padre, inizia con impegno a mettere le mani sulla chitarra e percepisce subito la sua grande affinità con questo strumento.
Verso i 19 anni inizia con il fratello Tommy, già navigato batterista con alle spalle anche l’ ultimo tour di papà Ivan, a fare serate dal vivo in club e locali di tutta Italia in una formazione a trio guadagnando sempre più dimestichezza con i palchi e il pubblico, aprendo concerti e dividendo il palco con artisti come Renato Zero, Vibrazioni, Morgan, Negramaro, Nicolo’ Fabi, Max Gazze.
Nel 2008 forma il gruppo Stoner- Rock Carnera con il quale, grazie all’uscita del’ EP “FIRST ROUND” entra nei circuiti dei club nazionali e arriva ad aprire l’unica data italiana di Zakk Wilde, storico chitarrista di Ozzy dei Black Sabbath.
Segue un periodo in cui si trasferisce a New York dove suona nei club del Lower East Side, arrivando ad essere head liner nello storico Arlene’s Grocery, club che ha visto gli albori di artisti del calibro di Jeff Buckley e Strokes. Contemporaneamente scrive canzoni in italiano contaminate dal sapore folk elettronico del nord degli Stati Uniti.
Tornato in Italia e rinvigorito dall’esperienza oltre oceano Filippo decide di tornare alle radici e iniziare l’avventura di “VIAGGI E INTEMPERIE” omaggio alla produzione musicale del padre Ivan.

Venerdì 26 agosto, Piazza del Campo, 21.30

MASSIMO RANIERI

Il 26 agosto, Piazza del Campo farà da cornice a Massimo Ranieri, amatissimo ed eclettico artista che ballerà e canterà interpretando i suoi successi più popolari e brani dei più grandi cantautori italiani
Solo per Siena e per “La città aromatica” lo spettacolo si arricchisce di novità e non mancherà qualche spettacolare sorpresa impreziosita dalla presenza di ospiti inattesi che saranno svelati solo all’ultimo momento.

Ricordiamo che tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito.

Per maggiori informazioni: Sportello del cittadino – Urp del Comune di Siena, tel. 0577 292230-292340 e www.comune.siena.it

Nessun commento

Lascia una risposta