Home Style&Culture Topolino compie 80 anni: ogni bambino dal 1932 a oggi lo festeggia

Topolino compie 80 anni: ogni bambino dal 1932 a oggi lo festeggia

0

A meno di un lustro dal suo lancio cinematografico a Broadway, il topo più amato di sempre, quel Topolino che al secolo è Mickey Mouse, sbarca in Italia su carta stampata. Era il giorno di Natale del 1932 quando i bambini si precipitarono sotto l’albero e trovarono il primo albo a fumetto del roditore in pantaloncini.

Fu da subito un successo travolgente! Col ritmo di oltre ottanta milioni di copie vendute all’anno in più di 40 paesi, Topolino punta la Bibbia per insidiare il primo posto del volume più letto della storia.

Ma nonostante l’originalità del prodotto e la sua longevità potenzialmente inesauribile, i fan insaziabili costringono gli autori a reinventare di continuo questo marchio: è così che, ad esempio, nel 1949 esce in edicola L’Inferno di Topolino, meravigliosa e curatissima trasposizione della Commedia dantesca. Per non parlare del mitico ’69: mentre l’uomo sbarcava sulla Luna (o qualcuno in sua vece ce lo faceva credere), Paperino si faceva venire una crisi da personalità multipla sfociante in Paperinik.

Tale è il successo riscosso a ottant’anni dalla sua nascita (auguri, topo!) che chi ha la fortuna di possedere ancora il primo numero lo tiene segregato a mo’ di Sindone, insieme al quasi sconosciuto “volumetto” da mezzo metro d’altezza.

Numerosi e illustri i collaboratori che ci hanno lasciato lo zampino come sulla Walk of Fame hollywoodiana. Tanto per citarne alcuni: Mike Bongiorno e il suo amico Indro Montanelli, Enzo Biagi, Fiorello, Claudio Bisio, Vittorio Feltri, Fabio Fazio, Aldo Giovanni e Giacomo.

Ottant’anni e non sentirli!

Nessun commento

Lascia una risposta