Home Cinema e Serie TV The Croods: colonna sonora e recensione del film firmato DreamWorks

The Croods: colonna sonora e recensione del film firmato DreamWorks

0

Fronte sporgente, occhi piccoli, mascella volitiva: sono i Croods e sono cavernicoli, o così almeno ce li presenta Eep, giovane primogenita e pecora nera dell’ultima famiglia rimasta nel vicinato.

Animali feroci, batteri e imprudenza hanno decimato i vicini dei Croods e così Grug, il burbero e forzuto papà, tiene tutti al sicuro nella caverna, unica buia e fredda certezza nella vita del genitore che ama sempre dire e ripetere ai figli: “Mai smettere di aver paura”. La paura infatti tiene in vita questa famiglia, ma allo stesso tempo impedisce loro di vivere davvero. E così l’esuberanza e la disobbedienza di Eep porteranno tutti a vivere una straordinaria avventura.

Pur trattandosi di una famiglia cavernicola con i fiocchi, la loro musica è tutt’altro che preistorica, inserendosi perfettamente in quel filone teorico che vuole l’animazione libera dalla classica colonna sonora orchestrale e “datata”. Una rilettura pop del racconto per note che era partita, nella DremWorks di Steven Spielberg, dalle avventure dell’orco verde Shrek, allontanandosi così decisamente dal più conservatore studio Disney.

La musica pop è infatti entrata prepotentemente nell’animazione targato DW e così anche I Croods rappresentano un vivace esempio di questa contaminazione. Il brano portante della colonna sonora è infatti frutto di una collaborazione tra Owl City, uno dei più interessanti rappresentati dell’electropop americano, e Yuna, una popstar malese molto nota in patria. Lo scopo era evidentemente quello di mescolare l’esotica voce di Yuna con le musicalità elettroniche e pop di Owl City, e così è nata “Shine Your Way”, che mixa il pop con la dance realizzando un perfetto connubio che si sposa alla perfezione con l’allegria colorata che imperversa nel film.

Altri artisti che hanno collaborato a questa colonna the croods colonna sonora recensione film dreamworkssonora sono gli Evermore con “Follow the Sun”, che commenta in maniera calzante anche il tema principale del film, e gli Imagine Dragons con “On Top of the World”, traccia utilizzata nel trailer e purtroppo assente nel film ma nota per essere stata la colonna sonora della già cancellata serie tv Partners.

Alle canzoni originali però si associa anche una parte musicale complessa e articolata composta da Alan Silvestri, il leggendario compositore della colonna sonora di Ritorno al Futuro. L’artista, caduto un po’ nel dimenticatoio dopo i fasti degli anni Ottanta, ha partecipato lo scorso anno alla colonna sonora degli Avengers, film che essendo stato il maggiore incasso della stagione cinematografica mondiale, ha restituito a Silvestri un po’ di spazio.

I Croods arriveranno al cinema il prossimo 21 marzo, giusto in tempo per la vacanze di Pasqua. Ecco la tracklist:

1. Shine Your Way – Owl City & Yuna

2. Prologue

3. Smash and Grab

4. Bear Owl Escape

5. Eep and the Warthog

6. Teaching Fire to Tiger Girl

7. Exploring New Dangers

8. Piranhakeets

9. Fire and Corn

10. Turkey Fish Follies

11. Going Guys Way

12. Story Time

13. Family Maze

14. Star Canopy

15. Grug Flips His Lid

16. Planet Collapse

17. We’ll Die If We Stay Here

18. Cave Painting

19. Big Idea

20. Epilogue

21. Cave Painting Theme

22. The Croods’ Family Theme

23. Cantina Croods

Nessun commento

Lascia una risposta