Home Tags Posts tagged with "Microsoft"

Microsoft

0

Nel mondo delle console Microsoft si sta prendendo le sue rivincite su Sony. O almeno così sembrerebbe. Stiamo ovviamente parlando dell’annosa sfida fra Xbox One e Playstation 4, dove il prodotto di casa Redmond pare stia primeggiando. L’evidenza arriva direttamente dai primi dati rilasciati da NPD Group e dalle dichiarazioni di Microsoft, secondo cui la Xbox One ha fatto filotto ponendosi per tre mesi consecutivi (dati aggiornati allo scorso settembre) sul podio della console più venduta negli USA.

Stesso risultato si sarebbe raggiunto anche per l’Inghilterra, dove stando a quanto riporta il GfK Entertainment la Xbox One ha fatto registrare un numero di vendite superiore rispetto alla PS4. Una notizia che di certo sposta di poco l’asse del predominio Sony nel mondo playstation 4 xbox 720del gaming, ma che tuttavia mostra come Microsoft abbia deciso di accendere la freccia del sorpasso.

Bisognerà ora attendere i prossimi mesi per capire come si sposteranno gli attuali equilibri in visione dei due momenti caldi dell’anno: il black friday e Natale. Se a questo aggiungiamo la prossima uscita della PS4 Pro, allora siamo certi che a breve ne vedremo delle belle.

0

Sembra proprio che il giorno del matrimonio fra Microsoft e Nokia sia quasi arrivato. La notizia sta rimbalzando sul Web da qualche ora e a quanto si legge Microsoft avrebbe annunciato di esser pronta ad acquisire la divisione Devices and Services di Nokia. Un passaggio che dovrebbe essere formalmente ufficializzato il prossimo 25 aprile, data in cui il passaggio di consegne dovrebbe essere ufficiale.

Questo cosa comporterà? Con la transazione sotto l’ala di Redmond della divisione Devices and Services di Nokia si dovrebbe dare il via alla tanto chiacchierata sezione “Microsoft Mobile” che in questo modo dovrebbe raggiungere quella compagine tale da avviare effettivamente una nuova divisione.

Di questa operazione si parla ormai da tempo e tutti abbiamo Windows Blue Windows 9 Microsoftletto pagine e pagine sull’argomento. Da un lato Microsoft ha cercato di ottenere il massimo da questo scambio, così come dall’altro Nokia: un accordo che è riuscito a trovare l’approvazione anche delle authority di 15 mercati.

Ora siamo tutti in attesa di capire e vedere, nei prossimi mesi, cosa sfornerà Microsoft con la nuova compagine mobile.

0

Lo aspettavamo con ansia, ed eccolo arrivato. Si tratta dell’aggiornamento a Windows 8.1, che Microsoft ha reso disponibile a partire dalle ore 13:00 del 17 ottobre, e che potrà essere scaricato gratuitamente dal Windows Store da tutti coloro che hanno acquistato una licenza di Windows 8.

Se invece avete ancora Windows 7 e volete passare al nuovo sistema operativo, allora dovrete prima acquistare una copia di Windows 8 in versione upgrade, poi effettuare l’aggiornamento alla 8.1. L’aggiornamento, come detto, è disponibile sul Windows Store ed è praticamente facilissimo da trovare, visto che Microsoft ha pensato bene di inserire un’apposita tile di dimensioni gigantesche nella home dello store. Piccola nota per quanto riguarda coloro che hanno già installato Windows 8.1 Preview: anch’essi potranno effettuare l’aggiornamento, ma dovranno comunque effettuare la reinstallazione di tutte le applicazioni perché in questo caso la procedura prevede anche una completa pulizia del sistema.

I requisiti minimi per installare Windows 8.1 sono identici windows 8 pulsante starta quelli richiesti da Windows 8 e prevedono un processore da almeno 1 GHz, con 1 GB di memoria RAM per la versione a 32 bit o 2 GB per la versione a 64 bit, 16 GB (versione a 32 bit) o 20 GB (versione a 64 bit) di memoria libera sul disco rigido e una scheda video compatibile con le DirectX 9.

L’aggiornamento, oltre a proporre il fix per i bug scoperti finora, porta molte novità, tra cui l’attesa ricomparsa del pulsante Start, due nuove dimensioni per le tile della Start Screen, nuovi temi e combinazioni di colori, disattivazione degli Hot Corner, supporto per le stampanti 3D e per i display Retina e 4K, un miglior multitasking con la possibilità di avere fino a quattro app Modern a schermo (dipende dalle dimensioni del display). Sono state inoltre aggiunte nuove applicazioni e riprogettato il Windows Store.

0

Sapete qual è la novità della giornata? In alcuni paesi, la Xbox One non potrà essere gestita tramite comandi vocali. Perlomeno non dal momento del debutto. In pratica soltanto in 5 dei 13 paesi nei quali la Xbox One sarà disponibile fin dal Day One sarà possibile utilizzare l’intero set dei comandi vocali.

I paesi che potranno sfruttare completamente questa interessante potenzialità della Xbox One sono Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Francia e Germania. Non so se avete fatto caso all’elenco, ma manca la nostra Italia, anche se il direttore marketing di Microsoft, Albert Penello, ha spiega che sarà comunque possibile sfruttare alcuni comandi vocali anche nel nostro paese.

In realtà su quest’affermazione c’è disaccordo in Microsoft, visto che, in piena contraddizione con le affermazioni del direttore marketing, il sito Xbox.com riporta che alcune funzioni vocali non saranno xbox 720 giochidisponibili in tutti i paesi al debutto della console, e che, ad esempio, il comando “Xbox On” per avviare la console, potrà essere utilizzato solo in 5 paesi.

In ogni caso, nei prossimi giorni dovrebbe arrivare una comunicazione ufficiale di Microsoft che farà chiarezza su quest’aspetto, definendo in modo preciso quali comandi vocali saranno utilizzabili e in quali paesi questi saranno disponibili. Cominciamo proprio bene!

1

Al GamesCom di Colonia Microsoft si è resa protagonista con un gran numero di annunci relativi alla Xbox One. Tra i molti giochi presentati ci pare decisamente degno di nota Fable Legends, il nuovo capitolo di questa saga (ormai celebre) di giochi che uniscono il gioco di ruolo con l’azione.

Attezione, però, perché Fable Legends, sviluppato dalla Lionhead Studio, non è un MMO, anche se potrà contare su una modalità cooperativa alla quale possono partecipare fino a quattro giocatori reali, oppure soltanto un giocatore umano e altri tre personaggi gestiti direttamente dall’intelligenza artificiale del computer.

I personaggi all’interno di Fable Legends sono diversi: potrete scegliere di impersonare un tank esperto con le armi da taglio, oppure, se avete un animo esoterico, un potente mago, o un gagliardo guerriero in grado di schiantare i nemici dalla distanza grazie all’utilizzo di armi da fuoco o, se avete lo spirito di un condottiero, un generale oppure, per fable legendsquelli che amano l’ignoto, un “damage dealer”, ovvero un essere ancora non meglio specificato, ma in grado di ridurre velocemente i punti vita dei nemici.

E se ad un certo punto decidete di averne avuto abbastanza di impersonare la parte del buono, grazie all’utilizzo della tecnologia SmartGlass potrete impersonare anche i cattivi interagendo con la Xbox One tramite smartphone o tablet. In questa modalità l’interfaccia del gioco diventa simile a quella dei giochi “tower defense” e potrete così decidere dove far comparire i nemici, le trappole e gli altri i che provvederete a disseminare sapientemente per le lande di Albion.

Fable Legends sarà una esclusiva della Xbox One, ma al momento non è stata rivelata la data d’uscita.

0

La Xbox One non avrà problemi di shortage alla sua uscita, e questo non perché ne verranno prodotte un numero incalcolabile, ma solo perché Microsoft sta sfoltendo il numero di paesi nei quali questa sarà inizialmente resa disponibile.

Inizialmente, durante lo scorso E3, Microsoft aveva annunciato che i paesi che avrebbero avuto a disposizione la Xbox One fin dal “Day one” sarebbero stati 21, ma adesso si apprende che questi saranno molti di meno. Al momento il numero dei fortunati paesi è sceso ad appena 13, tra questi c’è l’Italia, oltre all’Australia, all’Austria, al Brasile, al Canada, alla Francia, alla Germania e ad Irlanda, Mexico, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Nuova Zelanda.

La notizia è stata diffusa dalla stessa Microsoft, che l’ha affidata ad una nota stampa nella quale si legge come questa decisione sia stata resa necessaria per “assicurare che i nostri clienti abbiano la migliore xbox 720 giochiesperienza con Xbox One sin dal primo giorno”. Questo significa che Belgio, Danimarca, Finlandia, Olanda, Norvegia, Russia, Svezia e Svizzera, inizialmente inseriti nella stessa lista, vedranno arrivare la nuova console Microsoft solo nel corso del 2014.

Ufficialmente il motivo di questo slittamento è dovuto a “molti fattori che determinano la tempistica di debutto. Tra questi, il lavoro di localizzazione della dashboard, l’integrazione di voci e lingue aggiuntive e le partnership per portare applicazioni e contenuto locali in ogni paese”.

0

Al Comic Con di San Diego l’intervento di Major Nelson (ovvero Larry Hryb, direttore della programmazione di Xbox Live) è stato illuminante ed è servito per comprendere meglio quali saranno alcune delle nuove feature di base che la Xbox One renderà disponibile per utenti e per sviluppatori. Nel corso dell’intervento, difatti, è stato mostrato come la Xbox One sia in grado di registrare sul disco integrato gli ultimi cinque minuti di gioco.

Inoltre, se l’utente pronuncia le parole “Xbox registra”, verranno registrati 30 secondi di gameplay per poi caricarli automaticamente su internet e condividerli con gli amici. Inoltre, è stato fatto vedere come la Xbox One possa rilevare chi stia impugnando il gamepad e regolare di conseguenza le impostazioni sui controlli, andando a riprendere automaticamente le preferenze precedentemente indicate.

Interessante le opportunità aperte da Smartglass, che, ad esempio, potrebbe permettere all’utente di organizzare una sessione di gioco multiplayer anche mentre si gioca con un altro titolo. Per dimostrare Xbox Onequesta possibilità è stato fatto vedere come sia possibile impostare una partita multiplayer a Dead Rising 3 mentre si sta giocando a Ryse.

Tra le altre cose, durante il Comic Con è intervenuto anche Nick Burton di Rare, che ha parlato delle potenzialità del nuovo Kinect 2.0, che grazie alla sua straordinaria precisione permette di realizzare la scansione del corpo del giocatore per assegnarla ad un avatar tridimensionale e anche di trasferire le emozioni dal volto del giocatore su di esso.