Home Tags Posts tagged with "malware"

malware

0

Decine di ricerche nel corso degli ultimi anni hanno rivelato al mondo intero che, assieme a Windows, il sistema operativo più colpito da virus e altri malware è Android, il sistema operativo mobile sviluppato da Google.

Il fatto che Android sia più o meno facilmente “bucabile” è ormai assodato, però fino ad oggi siamo anche stati abituati a pensare che per poter realizzare un malware per Android fosse necessaria un’abilità tecnica fuori dal comune, conoscenze straordinarie di questo sistema e anche una buona dose di cattiveria, ma nulla di più.

E invece no: la scoperta da parte di Symantec della commercializzazione su canali “alternativi” di malware già pronti per dispositivi mobili e lo sviluppo di toolkit per la creazione di malware, indica chiaramente come il creatore di malware stia rapidamente diventando un vero e proprio imprenditore del crimine.

La scoperta di Symantec è piuttosto preoccupante. L’azienda produttrice di antivirus ha identificato un’applicazione chiamata Android AndroRAT APK Binder, che si può acquistare sui mercati online attacco hacker google Spamhaus“underground” e che consente praticamente a chiunque, anche se questo ha una limitata esperienza, di creare un malware e di infettare in maniera estremamente semplice e automatica applicazioni legittime per Android con malware di tipo AndroRAT, rendendole praticamente dei Trojan.

Al momento Symantec ha scovato solo alcune centinaia di casi di infezione da AndroRAT in tutto il mondo, ma vista la facilità con la quale si possono creare malware con questo kit non è difficile ipotizzare un aumento esponenziale dei casi di infezione nei prossimi mesi.

0

Avete presente l’iPhone? Si, proprio quello smartphone ormai considerato oggetto di culto e venerato da milioni di fan in tutto il mondo. Ebbene, alcuni ricercatori del Georgia Institute of Technology, per scopi di studio e dimostrativi, hanno realizzato un caricatore in grado non solo di ricaricare la batteria del telefono prodotto da Apple, ma anche di ricaricarlo… di virus e malware vari!

Il caricatore è stato costruito utilizzando una scheda madre particolare, chiamata BeagleBoard e reperibile tranquillamente su Internet per 45 dollari (BeagleBoard), grazie alla quale è stato possibile installare del malware sull’iPhone “bucando” allegramente tutti i sistemi di sicurezza utilizzati da iOS e dando così libero accesso al sistema ad un hacker. Attenzione al fatto che la BeagleBoard non è una scheda pensata per essere utilizzata per scopi “hackerecci”, ma un tranquillo SoC (System On Chip) pensato per coloro che amano il fai-da-te nel settore dei progetti hardware/software Open Source.

La serietà della minaccia è palese se si pensa che la versione iphone 5s apple uscita estate caratteristichedi iOS attaccata è quella corrente e senza alcun tipo di Jailbreak o altro. La cosa ancora più seria è che il malware si installa senza richiedere alcun intervento dell’utente e senza dover fare altro che collegare il caricabatteria al telefono e stop.

Certo, sapere che un caricabatterie può diventare un veicolo di infezione malware non è esattamente la notizia che avremmo mai voluto sapere. A qui in avanti, occhio ai caricatori acquistati su Internet, allora.