Home Tags Posts tagged with "Konami"

Konami

0

Fra i tanti giochi in arrivo in questo 2014, uno dei più attesi da qualche mese è certamente Castlevania: Lords of Shadow 2, un game dalle tinte gotiche e dark che si preannuncia essere uno dei cult di questo inizio anno. Il secondo capitolo di questo filone improntato sul personaggio di Dracula vede una profonda rivisitazione da parte dei suoi creatori.

Chi credeva di assistere ad una semplice evoluzione del primo episodio di Castelvania troverà, in questo Lords of Shadows 2, dei cambiamenti che potremmo definire per alcuni aspetti radicali. Non si tratta solo delle trame di gioco, che vedono un doppio ambiente di gaming, ma anche della storia del personaggio, delle figure che gli ruotano attorno e della buona giocabilità: un insieme di qualità che rendono questo gioco davvero interessante.

L’atmosfera si complica, le trame sono più intricate e se vogliamo anche più horror, mentre l’esperienza nelle battaglie guadagna di fluidità e creatività: avremo infatti a disposizione tre armi e nuove Castlevania Lords of Shadow 2 recensione giocoalternative d’attacco che ci consentiranno di spaziare su più livelli. Un punto in più rispetto al passato.

Per quanto concerne gli aspetti più storici del gioco, Dracula, ovvero il nostro Gabriel Belmont, inizia il suo percorso risvegliandosi dopo un lungo sonno oscuro: un torpore durato centinaia di anni e che segue le battaglie del passato intrattenute con Alucard e Simon. Al risveglio Gabriel si ritrova in un mondo diverso, fatto di tecnologia e nuovi tessuti sociali: non sarà facile ambientarsi e la solitudine sarà spesso la sua unica compagna.

A dargli man forte, nel corso del gioco, Dracula ritroverà una vecchia conoscenza: Zobek, che lo metterà difronte ad una scelta per riscattare la sua libertà.

Pubblicato da Konami il gioco è disponibile per PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

0

Konami ha distribuito un nuovo trailer di Pro Evolution Soccer 2014 della durata di circa sei minuti e mezzo nel quale mostra al Mondo le caratteristiche salienti del nuovo capitolo del simulatore calcistico “Made in Japan”.

Durante tutta la prima parte, il filmato è incentrato sulle rinnovate qualità grafiche di Pro Evolution Soccer, che adesso si basa su una versione modificata del Fox Engine. Grazie ad esso sono è stato introdotto un livello di dettaglio nella realizzazione dei giocatori finora sconosciuto. Addirittura sarà possibile vedere dettagli come le emozioni e le espressioni facciali dei giocatori, oppure le gocce di sudore lungo i volti, passando per la realizzazione di texture di notevole qualità per palloni, maglie e “ogni filo d’erba”.

Ma il nuovo PES non vive di sola grafica: le modifiche alle tecnologie utilizzate sono tante, e tutte sostanziali, Ad esempio nel video si può apprezzare il sistema TrueBall Tech, che permette di controllare la palla con molta più libertà rispetto a PES 2013. Viene introdotto anche il concetto di baricentro del giocatore: grazie ad esso sarà possibile controllare in modo separato lo spostamento del peso corporeo dei giocatori e della palla.

Rinnovate le animazioni e la fisica dei contatti tra giocatori, pes 2014 Pro Evolution Soccer Konamiche grazie al Fox Engine assumono un realismo tutto nuovo. Nuova anche la gestione della difesa, che adesso risponde meglio alle tattiche avversarie e reagisce ai movimenti del giocatore controllato dall’utente. Evoluta anche l’intelligenza artificiale dei portieri, uno dei punti deboli di questo tipo di giochi, e la possibilità di personalizzare i giocatori, che adesso saranno influenzati anche dal tifo del pubblico tra gli spalti amici, piuttosto che dai fischi del pubblico avverso quando si gioca in trasferta.

Insomma: più realismo, grafica migliorata e reazioni dei giocatori più immediate e logiche. PES 2014 sembra essere sulla strada giusta per dare filo da torcere a FIFA 2014.

0

Dopo rumors e informazioni non ufficiali, Konami ha iniziato a mollare un po’ i cordoni e ha rilasciato la cover ufficiale di PES 2014, il suo attesissimo titolo calcistico. La cover, su cui ritroviamo i volti di alcuni dei calciatori-simbolo del Bayern campione di Germania e d’Europa, fa riferimento alla versione per PlayStation 3, e non vi sono informazioni sull’eventuale versione per PlayStation 4.

Le immagini presenti su di essa sono però ancora non definitive, per cui potrebbe anche essere che la versione finale si discosti da questa, seppure non di molto. Per avere qualche informazione in più su PES 2014, e magari poterci mettere le mani su, dovremo giocoforza attendere l’E3 2013, che si terrà tra l’11 ed il 14 giugno prossimi a Los Angeles.

Per il momento, ecco, in breve, le novità che potremo ammirare in PES 2014:

TrueBall Tech: l’esperienza calcistica verrà modulata in base a molti più parametri rispetto a prima, ad esempio statura del calciatore, velocità e altezza dei passaggi e diverse altre caratteristiche interverranno per definire come il calciatore dovrà interagire con la palla.

Motion Animation Stability System: si occuperà dei contatti tra i giocatori, della ricerca della palla e anche delle decisioni dell’Intelligenza Artificiale dall’IA, cercando di rendere sempre più reale l’esperienza di gioco.

Heart: il tifo sarà importante perché adesso le prestazioni degli individui singolo e dell’intera squadra dipenderanno anche dal supporto dei tifosi. Inoltre, anche il comportamento dei giocatori controllati dal computer varierà in base al rendimento dei singoli sul campo. Ad esempio, se un giocatore non sta giocando benissimo la squadra proverà a supportarlo meglio.

PES ID: introdotto in PES 2013, questo sistema pes 2014 Pro Evolution Soccer Konamiricrea i movimenti e le abilità di circa 50 tra i giocatori migliori in attività. In PES 2014, questo numero è destinato ad aumentare ed espandersi anche intere squadra, replicando così il loro stile di gioco.

Team Play: con il nuovo Combination Plan i nostri utenti saranno in grado di allestire una serie di tattiche diverse in settori chiave del campo, utilizzando tre o più giocatori. Questi giocatori potranno correre in modi molto differenti per sfruttare buchi nella difesa o in centrocampo, usando le fasce laterali, curve in corsa o giochi di sovrapposizione per rendersi disponibili.

The Core: è il nuovo motore grafico, come dicevamo prima, che permette di realizzare dei giocatori con movimenti e fattezze più aderenti alla realtà rispetto al passato. Non solo: anche le punizioni e le sanzioni irrogate dagli arbitri saranno più bilanciate, la squadra che difende sarà più attenta e reattiva, così da avere la sensazione di avere di fronte un altro giocatore reale.

0

Tirando le somme sulle versioni attuali di FIFA e PES, si scopre che FIFA ha dominato il mercato. Per il prossimo anno Konami non ha di certo intenzione di fare da zerbino a Electronic Arts, per cui possiamo aspettarci sicuramente qualcosa di buono. Al momento le notizie a disposizione non sono molte, per cui cerchiamo di capire, con il materiale a disposizione, a che punto sono i due contendenti.

Di PES 2014 ha parlato ampiamente la rivista inglese Edge, in un articolo dal quale si evince che il motore grafico utilizzato per il gioco sarà completamente nuovo. Sviluppato sulla base del FOX Engine di Kojima. È stato modificato appositamente per gestire i modelli calcistici e per questo dovrebbe offrire addirittura la possibilità di gestire separatamente il modello del giocatore e quello della maglia.

A cosa può servire? Semplice: immaginate di poter strattonare un avversario per la maglia e vederne l’effetto in tempo reale, come se steste strattonando un avversario in carne e ossa, per non parlare, poi, della qualità del rendering dei personaggi e della fluidità delle animazioni.

A questo proposito è stato completamente rivisto anche l’algoritmo che sovrintende ai movimenti dei giocatori. Ciascuno di essi avrà parametri che permetteranno al motore grafico di renderne i movimenti più o meno agili in base al fisico e alla posizione rispetto al suo baricentro, cosa che renderà ancora più verosimili finte, doppi passi, veroniche e altri “trucchetti” del genere.

FIFA 14 graficamente è messo piuttosto bene. Dalla scorsa settimana sono state avviate le sessioni di Motion Capture, realizzate con la collaborazione del Paris Saint Germain in Francia, cosa che permetterà di avere movimenti verosimili quando i giocatori si troveranno a correre, saltare l’avversario, tirare in porta e così via.

La vera novità della prossima versione di FIFA fifa 14non sarà tanto legata alla grafica, quanto piuttosto ad Internet. Pare, infatti, che le possibilità di giocare online, creare campionati e altre cose “social” del genere sarà amplificata rispetto alla versione attuale. Chissà cosa ci faranno vedere questi folli programmatori di Electronic Arts al proposito!

Di sicuro entrambi i titoli potenzieranno il loro sistema di licenze. PES 2014, che da questo punto di vista parte decisamente in ritardo, quest’anno aggiunge al ridotto portfolio di licenze ufficiali la presenza di stadi provenienti da Sud America (dove il gioco ha avuto grande successo), Giappone, Messico, Francia e USA. FIFA 14, invece ha realizzato un accordo con Diadora che a quanto pare è stato molto apprezzato dai suoi fan.

Per il resto, stiamo davvero brancolando nella nebbia. Di sicuro sarà, ancora una volta, un bel duello tra il sempre più interessante e connesso FIFA 14 e il rinnovato PES 2014.

0

Alla Game Developer Conference (GDC per gli amici) 2013 è stato presentato in anteprima uno dei giochi più attesi dell’ultimo e del prossimo millennio: Metal Gear Solid 5: The Phantom Pain.

Oddio, in effetti tutto quello che si è visto è stato solo il primo trailer ufficiale. Cinque ricchi minuti che faranno sognare gli amanti del genere e, in particolare, i fedelissimi della serie che tanto successo ha avuto negli anni scorsi.

Konami e Kojima Games hanno messo su un bell’evento per far salire ancora di più l’adrenalina in chi aspetta con ansia questo videogioco, che sarà reso disponibile sia per PlayStation 3 che per Xbox 360.

In effetti, Kojima ha confermato che il nuovo Metal Gear Solid V racchiude sia The Phantom Pain, sia Ground Zeroes, anche se nessuno si è voluto sbottonare per svelare come questi due giochi, inizialmente separati, si siano potuti fodere per creare l’attuale MGS V.

Kojima ha spiegato che Ground Zeroes è un Metal Gear Solid 5 The Phantom Painprologo di MGS V, mentre The Phantom Pain accade nove anni dopo quest’evento. MGS V è realizzato fondendo i due giochi e il filmato presentato al GCC rappresenta l’apertura di The Phantom pain.

La storia narrata inizia in un ospedale, con uno Snake ricoverato e intorpidito da almeno dieci anni trascorsi in coma.

Non appena sveglio, comunque, il nostro eroe si ritrova, come al solito, costretto a difendersi dai soliti malvagi che vorrebbero farlo a pezzettini e… e basta: date uno sguardo al video per farvi venire l’acquolina in bocca.

0

Sulla fan page Facebook ufficiale di Pro Evolution Soccer 2014 si sono fatti sentire a gran voce molti utenti argentini e brasiliani, paesi nei quali quest’anno il gioco, a differenza di altri mercati tradizionalmente favorevoli, è andato davvero molto bene.

Tutti chiedono la possibilità di inserire nella nuova versione di PES, che arriverà più o meno in contemporanea con l’avvio del prossimo campionato di calcio, anche dei commentatori cileni o argentini.

Per scegliere quali commentatori inserire, o meglio, proporre per l’inserimento nel prossimo PES si è votato: i più gettonati sono stati Mariano Closs e Fernando Niembro per l’Argentina, mentre per il Cile abbiamo Fernando Patricio Yanez e Solabarrieta.

Ora non resta che capire se Konami accetterà pes 2014 Pro Evolution Soccer Konamiquesto “suggerimento” e deciderà di inserirli, oppure rimanderà ancora di un altro anno la cosa.

Nel frattempo, è atteso a breve un aggiornamento con le novità del calciomercato appena concluso e, probabilmente, anche qualche interessante novità per quanto riguarda la Copa Libertadores.

Seguici anche sui social

2,003FansLike
101Subscribers+1
158FollowersFollow