Home Videogame Per Street Fighter V si prospetta un futuro da Free to Play?

Per Street Fighter V si prospetta un futuro da Free to Play?

0

Yoshinori Ono vorrebbe che la serie di Street Fighter continuasse anche dopo Stret Fighter IV, ma è consapevole che realizzare un progetto del genere, soprattutto per una delle console di nuova generazione, implica un investimento importante sia per quanto riguarda lo sviluppo, sia per quanto riguarda poi il videogiocatore, che dovrà acquistare non solo il gioco, ma anche la console nuova e un nuovo arcade stick.

Una delle possibili soluzioni per il problema dei massicci investimenti nello sviluppo potrebbe essere quella del free to play, anche se questa non pare essere una delle opzioni preferite da Ono, secondo il quale i picchiaduro come Street Fighter sono uno sport da competizione, quindi più giocatori ci sono, meglio è, però nonostante il modello di business del Free to play è indubbiamente uno dei migliori per abbassare i costi di produzione iniziali, rimangono molti dubbi sul fatto che questo possa anche essere in grado di far recuperare all’azienda i costi di sviluppo.

Al momento due importanti serie di videogiochi, ovvero Tekken e Dead or Alive stanno provando o lo faranno nel breve periodo, proprio questo genere di business, per cui Ono al momento starà alla finestra Street Fighter Vad osservare le loro mosse per capire se questa strada sia effettivamente praticabile.

Nel frattempo, però, aspettiamo l’uscita di Ultra Street Fighter IV, un aggiornamento del gioco, la cui disponibilità è prevista per il 2014. Questa nuova versione introdurrà cinque personaggi, quattro dei quali già svelati ufficialmente (Rolento, Poison, Hugo e Elena), e anche sei nuovi scenari di gioco: Pitstop 109, Mad Gear Hideout, Cosmic Elevator, Blast Furnace, Half Pipe e Jurassic Era Research Facility, oltre a nuove modalità di gioco e caratteristiche inedite.

Nessun commento

Lascia una risposta