Home Musica Sanremo 2012 il giorno dopo: un disastro su tutta la linea

Sanremo 2012 il giorno dopo: un disastro su tutta la linea

8

Ed è arrivata anche la prima serata di Sanremo e stasera ci sarà la seconda. Fra San Valentino e mezza Italia innevata che ha costretto molti innamorati a casa.. ecco che gran parte degli italiani si è trovata davanti alla TV ieri sera a guardare il Festival della canzone italiana.

sanremo 2012 carone dalla prima serataE poteva mai smentirsi? Ebbene no. A nostro dire, un flop come sempre! Monotono, stantio e che stenta a decollare. Ed evitiamo di parlare di Morandi, Papaleo, Pupo, Celentano e chi più ne ha più ne metta. Già, perchè anche il “siparietto” di Celentano ieri sera ha lasciato molto a desiderare, coadiuvato da i tre moschettieri che hanno fatto, in fin dei conti, una mesta figura. Ma non siamo qui a parlare di TV, bensì di musica. E allora andiamo alle canzoni ed agli interpreti.

Le canzoni, come al solito, non hanno mordente e risultano prive di quel coinvolgimento che possa farne ricordare almeno il motivo il giorno dopo. Ed anche gli artisti che dovrebbero essere gli outsider del Festival si perdono nella staticità del sistema Sanremo. Ci si aspettava di più, ad esempio, dai Marlene Kuntz, che proprio hanno voluto esserci a questo Festival ed invece di fare la differenza, hanno sortito l’effetto di un vecchio trombone ammuffito. Al termine del loro brano il Web si è a dir poco infiammato. Molti sono i commenti che abbiamo letto su di loro fra Facebook e Twitter, i fan si chiedevano che si fossero scomodati a fare i Marlene per atterrare su quel palco. Arrivare a Sanremo per fare quella mesta figura? Ma tant’è… questa è stata la scelta di Godano e compari…

Ma anche da altri cantanti ci si aspettava qualcosa di più. Come ad esempio quella che doveva essere una rivelazione del Festival: Chiara Civello. Certo, gran voce generalmente, ma la canzone non dice molto e non valorizza gran ché il suo stile. E non procede meglio nelle battute successive… quando addirittura all’ingresso di Gigi D’Alessio e Loredana Bertè Morandi si inventa un “allacciate le cinture di sicurezza”… bah… ma che film si sarà visto anche lui? Forse l’unico salvabile è Pierdavide Carone, che mette un po’ di grinta e personalità insieme ad un Dalla in secondo piano.

Insomma se queste sono le premesse sembra che questo Sanremo, partito già male dall’inizio con Sanremo Social su Facebook, non andrà meglio nelle prossime serate; a meno che non ci sia qualche rivelazione fra i giovani. Bah.. la speranza è sempre l’ultima a morire, certo, ma non ci speriamo molto. E voi? Come avete visto questo festival di Sanremo 2012? O meglio.. lo avete visto? E se si? Continuerete?


8 Commenti

  1. Ma io qualcosa la salvo. Tipo Carone e anche Arisa e Bersani. Poi spero nei giovani, qualche canzone sarà pure interessante no?

  2. Anche a me è piaciuta molto Arisa. Pure Bersani e Renga. Daiiiii non è stato tanto maleeeeee ^_^

  3. Bersani?? Che merda quella canzone del pallone.Ahahah! Invece molto bella la canzone di Emma

Lascia una risposta