Home Colonne sonore Re della terra Selvaggia: le musiche del film rivelazione del 2013 (soundtrack)

Re della terra Selvaggia: le musiche del film rivelazione del 2013 (soundtrack)

0

Il film rivelazione dell’anno è arrivato al cinema e come è giusto che sia ha una colonna sonora di tutto rispetto, semplice e coinvolgente, primitiva eppure emozionante. Beasts of the Southern Wild, da noi Re della terra Selvaggia, uscito al cinema il 7 febbraio, porta con sé una delle soundtrack più belle degli ultimi tempi cinematografici.

Il film racconta la storia di Hushpuppy, una bambina che vive nella Grande Vasca, una regione a sud della Louisiana continuamente soggetta ad uragani e tifoni di ogni genere e potenza, che periodicamente deve fare i conti quindi con l’acqua alta, in una continua lotta per la sopravvivenza contro la natura selvaggia e la difficoltà del padre di prendersi cura da solo di una bambina così piccola (5 anni nel film).

Hushpuppy, come ogni bambino, ha una visione del mondo pura e delicata, crede che ogni essere vivente sa collegato all’altro da un delicato equilibrio e cerca di ascoltare il battito del cuore di ogni animale, per poterlo sentire vivo. Benh Zeitlin, straordinario regista di questo piccolo gioiello di film, è non solo autore della sceneggiatura, tratta da una piece teatrale, ma è anche compositore della soundtrack.

La musica nel film segue il ritmo del sogno, travolgendo Re della terra Selvaggia soundtrack colonna sonora musiche filmlo spettatore con sonorità delicate e allo stesso tempo mutando repentinamente con decise arcate di violino un po’ stridulo o con cori potenti di trombe che danno alla storia una solennità forse involontaria ma molto comunicativa. Quello che la colonna sonora aggiunge al film è il fatto di sottolinearne l’aspetto fantastico che è una componente fondamentale della storia.

La piccola protagonista infatti inventa una storia di fantasia che nella sua testa può fermare la morte della natura che la circonda in seguito all’uragano che ha inghiottito con fango e acqua la sua casa e quella dei suoi vicini.

“Once there was Hushpuppy” questo il titolo del main theme del film, proprio a evidenziare quanto la componente fantasy, che sembra inammissibile in un mondo così crudele come quello rappresentato, sia importante per il film: c’era una volta Hushpuppy recita il titolo, e anche la delicata voice over della bambina ci racconta la storia, andando di pari passo con le note travolgenti e allegre del brano.

Poderosa, coinvolgente, allegra e fantastica, la colonna sonora di Beasts of the Southern Wild è un gioiello nato da una mente pura e operosa, come quella di Zeitlig, che alla sua opera prima promette grandi cose per la cinematografia a venire.

Ecco la tracklist:

1. Particles of the Universe (Heartbeats)
2. The Bathtub (feat. The Lost Bayou Ramblers)
3. Momma’s Song
4. I Think I Broke Something
5. The Smallest Piece
6. Les Veuves de la Coulee – Leroy “Happy Fats” LeBlanc
7. The Smallest Piece
8. Until the Water Goes Down
9. Mother Nature
10. The Survivors
11. Particles of the Universe (Elysian Fields)
12. Strong Animals
13. La Danse de Mardi Gras – The Balfa Brothers
14. The Thing That Made You
15. The Confrontation
16. Death Bed
17.Once There Was a Hushpuppy

Nessun commento

Lascia una risposta