Home Interviste Offlaga Disco Pax, Gioco di società: l’intervista a Max Collini

Offlaga Disco Pax, Gioco di società: l’intervista a Max Collini

0

Gli Offlaga Disco Pax tornano con un nuovo disco:max collini offlaga disco pax intervista 2012 Gioco di società. L’album  rappresenta il terzo lavoro della band, che esce di nuovo allo scoperto regalando pensieri surreali e tanta voglia di continuare su quelle strade che, prima con “Socialismo tascabile” (2005) e poi con il seguitissimo “Bachelite” (2008), li avevano proiettati nell’alveo del songwriting italico.

E proprio per calarci meglio dentro le caselle e fra i dadi di questo Gioco di società, abbiamo deciso di raggiungere gli Offlaga per un’intervista. Ma bando alle ciance… passiamo a domande e risposte!

Abbandonando le incursioni mitopoietiche di stampo socialista, mi viene da dire che anche gli OfflagaDiscoPax vanno diretti all’assalto emotivo. Con il terzo album arriva la svolta intimista e quindi “ci hanno davvero preso tutto”, oppure siamo in una fase dove a Palazzo Masdoni sarete voi a fare di nuovo della politica il centro della vita cittadina attraverso il messaggio musicale?
Max Collini. Nessuna ambizione a fare noi la politica, il messaggio subliminale dell’album al massimo invita ognuno a dirne della sua, eventualmente. Il “gioco di società” sarebbe anche questo, infine. Ci sono troppe deleghe a chi non sa che farsene e troppa poca partecipazione e non credo che basti un post incazzoso sul proprio profilo sociale in rete per sentirsi liberi ed uguali.

Nessun commento

Lascia una risposta