Home Novità Marco Mengoni: Non me ne accorgo è il nuovo singolo (ascolto e...

Marco Mengoni: Non me ne accorgo è il nuovo singolo (ascolto e testo)

0

Marco Mengoni continua la sua corsa verso il successo e dopo la vittoria a Sanremo 2013, eccolo sfornare un nuovo brano.

Dopo l’uscita dei primi tre singoli, ovvero L’essenziale, Bellissimo e Non passerai, ora arriva anche Non me ne accorgo, quarto inedito firmato Marco Mengoni.

Ovviamente anche questa canzone è estratta dal suo ultimo lavoro discografico #Prontoacorrere, che però ancora non è stato diffuso nei negozi di dischi. A quando l’uscita del CD? La data prevista per l’ingresso sul mercato musicale di #Prontoacorrere è il prossimo 19 marzo, data in cui il disco sarà disponibile anche su iTunes e le altre piattaforme digitali.

Ma torniamo a Non me ne accorgo. Il marco mengoni Non me ne accorgo nuovo singolobrano porta la firma di Mengoni, è vero, ma non lo ha scritto da solo. Insieme a lui hanno partecipato alla creazione della canzone: Dario Faini e Piero Romitelli.

Non resta che lasciarvi all’ascolto e a seguire al testo del brano.

Marco Mengoni – Non me ne accorgo (testo)

Sai che musica è il dolore?
Sai che musica è il rumore?
Sai che cosa c’è? Sto bene.
Sai che cosa c’è? Sto male.

Non mi chiederai permesso,
se è concesso.
Lascio al tempo le promesse.
Lascio a te le tue certezze.

La chitarra sopra il letto,
i versi che non hai mai scritto.

Non ti chiederò permesso,
preferisco bruciarmi da solo,
che assecondarti adesso.

Dove sei? In che parte del mondo?

Oppure sei ancora qui e non me ne accorgo.

Troverai l’equilibrio che cerco,
oppure lo scoprirai in ogni dubbio che sei.

Non vorrei, non vorrei,
ma che fretta hai di capire cosa siamo noi?

Non ti resta che il rumore,
io che non so dargli un nome.

E il tuo cuore scivoloso,
non mi resta che poterci pattinare pattinare.
Tu in un angolo sola
e io non ti riconosco.

Dove sei? In che parte del mondo?
Oppure sei ancora qui e non me ne accorgo.
Troverai l’equilibrio che cerco,
oppure lo scoprirai in ogni dubbio che sei.

Non vorrei, non vorrei,
ma che fretta hai, di capire cosa siamo noi?
Di capire cosa siamo noi.
Di capire cosa siamo noi…

Oppure sei ancora qui e non me ne accorgo.
Inventerai l’equilibrio che cerco,
oppure lo troverai in ogni dubbio che sei.

Non vorrei, non vorrei,
ma che fretta hai?
Tu sai già che cosa siamo noi.

Nessun commento

Lascia una risposta