Home Style&Culture Lo IED veste l’interior design in versione Scenografia degli eventi!

Lo IED veste l’interior design in versione Scenografia degli eventi!

0

In un mondo del lavoro sempre più competitivo e in cui sembra diventare sempre più complesso riuscire a trovare un posto per i giovani che si affacciano all’esperienza lavorativa, scegliere un percorso di studi che sia in grado di fare la differenza diventa una carta fondamentale da giocarsi. E in un panorama internazionale in cui tutto sembra ormai appiattito dalle solite professioni, scegliere di puntare sulla fantasia, sull’estro e sulla creatività è certamente una delle idee che possono dare quella marcia in più per affermarsi nel mondo del lavoro. E questo vale molto di più se possiamo sfruttare quell’addicted in più che il made in Italy e la fantasia di noi italiani può dare in diversi campi.
Fra le varie offerte formative dedicate a chi ha la creatività nel sangue, lo IED è certamente un punto di riferimento da tenere ben a mente. Con una storia di oltre quarant’anni lo IED, infatti, è un’eccellenza internazionale completamente made in Italy, che dimostra ancora una volta di più come le discipline del Design, della Moda, della Comunicazione Visiva e del Management possano essere delle armi vincenti per far colpo sulle imprese e specialmente su quelle creative.
Uno dei punti forti dello IED è quello di avere un’offerta formativa che annovera non solo docenti, ma anche professionisti, aziende e istituzioni: un connubio di conoscenze e idee che consentono di seguire i trend attuali e al contempo creare innovazione dando vita a nuove tendenze.
Uno dei corsi più interessanti è certamente quello dell’Interior Design: materia che comprende nozioni tecniche imbrigliate in idee creative, capace di ridisegnare anche spazi piccoli in modo eclettico ed affascinante. L’evoluzione del mercato richiede oggi, infatti, un Interior Designer evoluto, che trovi le sue basi nella composizione architettonica dello spazio, ma che tenga gli occhi ben puntati sulle esigenze del pubblico, la cura degli spazi e la bellezza anche dei particolari.
Volete qualche esempio? È presto detto. Provate a pensare ad una nuova Spa che abbia bisogno di un restiling innovativo e creativo. Non sarebbe fantastico ricreare in modo originale e funzionale gli spazi dei diversi ambienti? Magari rivedendo le modalità dei percorsi e ridisegnando gli scivoli d’acqua, i corsi d’aria e le attività di vapore?
Stesso dicasi per ambienti completamente diversi, come possono essere edifici, yacht, hotel o aeroporti. Insomma l’unica limitazione è solo quella che potete trovare nei confini della vostra fantasia.
E per chi volesse andare ancora oltre e affiancarsi alle ultime novità in termini di specializzazione e design, lo IED propone il corso di Scenografia degli eventi: una professione che vede nel disegnare "lo scenario fisico all’interno del quale si svolge l’evento", la sua attività principale.
Quindi si tratta non solo di progettare, ma anche scegliere materiali, illuminazione, supporti multimediali e coordinare un gruppo di lavoro per l’organizzazione, la movimentazione e l’allestimento della scenografia.
Siete curiosi di saperne di più? Vi basta dare un’occhiata sul sito Web dello IED in cui potrete trovare maggiori informazioni sull’offerta formativa dell’Interior Design firmato IED.
Fa le città in cui potete seguire i corsi dello IED trovate: Milano, Roma, Torino, Venezia, Firenze, Cagliari e Como.

Articolo Sponsorizzato

Nessun commento

Lascia una risposta