Home Style&Culture Lady Gaga Fame: la fragranza sensuale e misteriosa dal colore nero

Lady Gaga Fame: la fragranza sensuale e misteriosa dal colore nero

0

Lady Gaga torna a stupire il mondo con LADY GAGA FAME: ma non parliamo di una nuova canzone o un nuovo album, bensì di un profumo eclettico e particolare come solo Miss Germanotta sa essere. FAME si distingue da qualsiasi altro prodotto realizzato fino ad ora, non solo per la particolare fragranza sprigionata, ma anche, e soprattutto, per il suo colore.

Fame, infatti, è il primo profumo al mondo ad essere di colore nero. E non stiamo parlando di boccette nere o particolari confezioni scure, ma proprio del colore della sostanza che compone il profumo stesso. Quindi resterà di colore nero anche una volta spruzzato? Avrete sulla pelle una sostanza nera? Assolutamente no!

Per la realizzazione del profumo è stata impiegata una rivoluzionaria tecnologia che rende Fame di colore nero quando è nella boccetta e trasparente una volta spruzzato.

La fragranza è stata composta seguendo tre chiavi principali: il mistero, la sensualità e la leggerezza. Per creare questo connubio fra oscurità e mistero i “tecnici” hanno deciso di ispirarsi alla Belladonna: ovvero la pianta mortale che veniva utilizzata nei secoli passati come veleno.

Insieme a questo lato oscuro, Fame racchiude anche le dolci fragranze di miele, zafferano e albicocca, unitamente all’inebriante tenacia del cuore tritato di Orchidea Tigre e del Gelsomino Sambac.

 

Alla realizzazione della fragranza LADY GAGA FAME hanno partecipato grandi nomi e marchi del mondo della moda e della cosmesi. Si tratta di nomi del calibro di Haus Laboratories e Coty, che hanno curato la produzione del profumo; mentre il flacone è stato disegnato con la collaborazione di Nick Knight. Steven Klein, infine, ha curato la campagna pubblicitaria.

 

Ma come è stato possibile realizzare un profumo nero? Quanto ha contribuito Lady Gaga fattivamente? È vero che sono stati inseriti dei fluidi corporali nella fragranza? A queste curiose domande hanno dato risposta (in un’intervista) Richard Herpin, profumiere per Firmenich, e il team Ricerca & Sviluppo di Coty.

Ed è stato proprio quest’ultimo che ha svelato qualche particolare sulla tecnologia black-to-clear. Alla domanda Come avete sviluppato la tecnologia? Il team ha risposto:

Dal punto di vista tecnico, è stata una sfida enorme. Abbiamo esaminato una combinazione di colori ed estratti diversi. Volevamo che il jus avesse un colore opaco nel packaging, ma trasparente sulla pelle. Alcune delle prime formule non sono riuscite a superare questo passaggio. In generale, tutti i colori scuri utilizzati per creare il profumo non rimangono perfettamente stabili nel tempo. Perciò se parti con il colore A, nel tempo questo si trasformerà nel colore B. Inizieranno a sbiadire. Passeranno dal nero a un grigio sporco. È difficile realizzare una combinazione olfattiva che rimanga nera durante l’intero ciclo di vita del prodotto senza che scolori o subisca cambiamenti”.

Un progetto che ha coinvolto il team di ricerca per oltre un anno e che li ha portati a condurre centinaia di test prima di arrivare alla fragranza finale. Una vera impresa!

Sulla presenza di eventuali fluidi corporali nella fragranza, invece, ha risposto Richard Herpin spiegando che inizialmente sono state esaminate molte strategie rivoluzionarie.

Tuttavia, la chiave di volta potremmo dire essere stata Lady Gaga. Infatti Herpin ha spiegato: “Lady Gaga ha espresso il proprio desiderio di sviluppare una fragranza avvolgente, basata su un ingrediente generalmente proibito. Il sangue era una possibilità. Come anche il veleno. Quando le ho mostrato una fragranza creata con l’accordo della Belladonna – che nei secoli passati era usata sia come veleno e cosmetico – ne è subito rimasta affascinata. La seducente sostanza velenosa, catturata grazie all’innovativa tecnologia black-to-clear sviluppata da Coty, ha dato vita ad una fragranza provocante ed audace proprio come la donna che rappresenta”.

La fragranza per donna LADY GAGA FAME è in vendita nelle profumerie di tutto il mondo dallo scorso settembre 2012 e potrebbe essere davvero un ottimo regalo per questo Natale. Non resta che provarlo!

Articolo sponsorizzato

Nessun commento

Lascia una risposta