Home Style&Culture Graph Search di Facebook: ecco come funziona e dove registrarsi

Graph Search di Facebook: ecco come funziona e dove registrarsi

0

E così Zuckerberg ha fatto la sua conferenza. A dir la verità in molti attendevamo la presentazione del paventato Facebook Phone, ma così non è stato. Sul palco della sala del quartier generale di Facebook, dislocato a Menlo Park, il CEO del social network più popolare al mondo ha presentato al mondo quella che sarà una sua interessante evoluzione.

Da sito Social, Facebook si evolve in motore di ricerca social e punta dritto in rotta di collisione contro Google. Chiaramente non facendo “esattamente” le stesse cose. Zuckerberg, in effetti, non ha incentrato la sua nuova creatura sulla ricerca Web come Google, ma sulla “Graph Search”, un sistema che effettua ricerche tra informazioni, immagini, video e connessioni varie dei propri utenti, restituendo risultati congrui come un normale motore di ricerca, ma con il plus di essere integrati da collegamenti multimediali e rimandi social e arricchiti (dal punto di vista di Facebook) di pubblicità mirata. E se l’informazione cercata non viene trovata nel social network, c’è Bing che permette di cercare oltre i confini di Facebook.

Graph Search permette di cambiare il modo in cui gli utenti possono realizzare delle ricerche. Nel nuovo motore di ricerca è possibile, ad esempio, effettuare ricerche semantiche più complesse. Possiamo, ad esempio, cercare “danzatrici del ventre in zona Bologna”, oppure, “ingegneri gestionali che vivono a Milano e a cui piacciono i biscotti”, cosa che rende questo tipo di ricerca utile anche per il recruitment.

Ma non solo: possiamo, ad esempio, cercare delle foto specifiche, oppure le “foto dei miei amici scattate prima del 2010”, ad esempio, con la possibilità di sfruttare efficacemente anche i tag associati ad esse.

Le possibilità offerte da questo nuovo strumento facebook Graph Search motore di ricercasono infinite, soprattutto se si pensa che, tra l’altro, è possibile effettuare ricerche partendo da un luogo specifico. Ad esempio potremmo voler cercare un “ristorante a Milano che piace ad Alba Parietti”, per dire, unendo così una informazione fisica ad un “mi piace” assegnato da qualcuno. Ovviamente, come ha detto Zuckerberg, possono essere esaminati soltanto i contenuti che sono stati condivisi.

Graph Search potrà giovarvi con un mare di condivisioni e informazioni caricate su Facebook davvero notevoli. Ad oggi si calcola che sul social network siano presenti un miliardo di utenti, 240 miliardi di immagini e mille miliardi di interconnessioni tra utenti, con un numero spropositato di “Mi piace”.

La ricerca diventa così indagine multi-sociale su uno straordinario network di connessioni tra utenti, indagine pensata per “Rispondere a domande specifiche e ricevere risposte”, come ha detto Zuckerberg. Le ricerche effettuate con Graph Search, comunque, saranno integrate con i risultati trovati da Microsoft Bing, ma solo se Graph Search riterrà di non poter rispondere alle domande poste con i soli dati presenti in Facebook.

Al momento Graph Search ha ancora alcuni limiti. Anzitutto la ricerca tra le connessioni di Facebook è in fase di sviluppo, per cui funziona esclusivamente per gli utenti che usano la piattaforma in inglese.

registrazione iscrizione facebook graph searchNon tutti i contenuti sono indicizzati e i post e le azioni Open Graph non sono ancora disponibili, mentre sono attive le ricerche su persone, foto, luoghi e interessi.

Il motore di ricerca Graph Search è già attivo. Se volete provarlo dovrete semplicemente registrarvi cliccando qui: GraphSearch.

Nessun commento

Lascia una risposta