Home Style&Culture Facebook in causa per il pulsante “Mi piace”: scomparirà dal social?

Facebook in causa per il pulsante “Mi piace”: scomparirà dal social?

0

La Timeline e il pulsante “Mi piace” di Facebook potrebbero causare grossi guai a Mark Zuckerberg e al suo social network.

I familiari di un programmatore olandese deceduto nel 2004 stanno tentando di dimostrare che il proprio congiunto avesse registrato già nel 2000 alcuni brevetti e un sito Web con nome surfbook.com che, in effetti, paiono essere gli antesignani proprio della timeline e del pulsante utilizzato per esprimere il proprio apprezzamento ai post degli amici.

Il programmatore in questione si chiama Joannes Everardus Jozef Van Der Meer. Tra il 2001 e il 2002 questo sfortunato ragazzo depositò i brevetti con le idee di base per la realizzazione di un diario online e di un sistema di apprezzamenti (ma non solo), quindi registrò anche il dominio surfbook.com, ma non lo utilizzò mai.

La famiglia si è ora rivolta alla Rembrandt, un’agenzia olandese che si occupa di copyright e brevetti, che ha depositato un documento con il quale si richiede a Facebook il riconoscimento del pulsante “Mi piace” alla famiglia di Van Der Meer.

La soluzione della vicenda, che rischia facebook mi paice causacomunque di trascinarsi per anni in tribunale, potrebbe essere quella fin qui vista per diverse altre cause simili: un congruo indennizzo in denaro per la famiglia del programmatore e tutti vissero felici e contenti.

Se invece la Rembrandt riuscirà a dimostrare che Zuckerberg o chi per esso sapeva di copiare qualcosa realizzato da altri, allora le cose potrebbe avere tutt’altro corso.

Nessun commento

Lascia una risposta