Home Motori

0

Scaldate i motori, allacciate bene il casco e preparatevi ad accelerare nel mondo affascinante e avvolgente delle due ruote. Avete già capito di cosa stiamo parlando vero? Ebbene sì, proprio dell’appuntamento con l’EICMA: ovvero l’Esposizione Mondiale del Motociclismo. L’evento più importante del mondo a due ruote ritorna anche quest’anno, rinnovandosi per questo 2017 con una nuova edizione pronta a raccontare ad appassionati, curiosi, esperti e chiunque voglia avvicinarsi al motociclismo, tutte le novità sulle due ruote, facendo anche un tuffo nel passato.

Ma non solo. Come ogni anno, Eicma significa anche spettacoli, grandi ospiti, motomondiale, granturismo e molto altro ancora. Insomma un’esperienza assolutamente da vivere e che fa vibrare la passione di migliaia di appassionati da oltre cento anni. Stiamo infatti parlando di una vera e propria tradizione storica, che ricalca ormai da oltre 100 anni gli stili, le linee e le tendenze di quello che è il mondo del motociclismo.

Come sempre sarà la zona di Rho Fiera Milano a fare da cornice a questo eicma 2017attesissimo evento a due ruote e le date da segnare sul calendario sono dal 9 al 12 novembre 2017.

E i biglietti? Il costo del ticket intero è di 21 euro per giornata. Di seguito, vi segnaliamo le riduzioni previste e applicabili in funzione delle diverse casistiche:

Bambini da 0 a 8 anni: GRATIS (solo alle casse)
Bambini da 9 a 13 anni: € 12.00 (solo alle casse)
Ragazzi dai 14 a 17 anni: € 15.00 (solo alle casse)
Bonus Cultura : accettato solo per l’acquisto in prevendita on-line sul sito TicketOne (non è accettato direttamente in cassa presso la biglietteria di Fiera Milano).

Over 65: € 12.00 (solo alle casse)
Visitatori con disabilità : visitatore con disabilità ed accompagnatore accedono gratuitamente presentando alle reception il tesserino di invalidità o certificato equivalente
Gruppi: € 14.00 (scuole, associazioni motociclistiche, motoclub. Min. 20 pax Max. 70 pax solo alle casse)

0

Nel mondo del MotoGp Valentino Rossi vuole ancora dire la sua e vuole far capire che non è ancora finito il tempo del campione di Tavullia. E si, perchè Il Dottore ha deciso di mettere in gara il cuore, insieme ai suoi 37 anni, alla sua esperienza e alla tanta voglia di vincere. Questo lo ha portato a trionfare in Spagna, nel Gp di Catalogna, mettendo dietro di lui Marquez e tutti gli altri. Una gara che non parte certo in discesa per Valentino (quinto nella griglia di partenza), anzi: l’avvio di gara lo vede dietro a molti piloti, ma non per molto!

Infatti Rossi comincia ad ingranare dopo i primi giri e curva dopo curva recupera posizioni portandosi nei primi piloti in testa alla gara. Da li ecco partire il film: un film fatto da un Lorenzo che ha qualche problema e rallenta, da Marquez che va avanti e cerca di dettare i tempi e, sopra a tutti, da Valentino Rossi che duella fino alla fine con Marquez per vincere il GP.

Da segnalare lo strike di Iannone, che sbaglia l’ingresso su Lorenzo per il sorpasso tirandolo letteralmente giù come un birillo.

Alla fine l’ordine di arrivo è il seguente:

1 Valentino ROSSI motogp
2 Marc MARQUEZ
3 Dani PEDROSA
4 Maverick VIÑALES
5 Pol ESPARGARO
6 Cal CRUTCHLOW
7 Andrea DOVIZIOSO
8 Alvaro BAUTISTA
9 Danilo PETRUCCI
10 Hector BARBERA
11 Jack MILLER
12 Stefan BRADL
13 Eugene LAVERTY
14 Tito RABAT
15 Michele PIRRO

Non possiamo che concludere dicendo: Rossi c’è!

0

Il Motomondiale arriva in Italia con il Gran Premio del Mugello ed è subito segnato dal nome di Valentino Rossi: nel bene e nel male. Nel bene, perchè è proprio Valentino Rossi a far registrare il miglior tempo delle qualifiche guadagnando la 63esima pole della sua carriera. Nel male perchè è proprio Rossi, quando mancano circa 16 giri alla fine della corsa, a bruciare il motore e a dover abbandonare la gara perchè la sua Yamaha non può più continuare la corsa sulle strade del Mugello.

Una fumata bianca, quella fuoriuscita dalla moto numero 46 targata Yamaha, che costringe The Doctor a interrompere anticipatamente la sfida imbastita dall’inizio della gara con Jorge Lorenzo. Dopo una partenza sprint dello spagnolo, che ha visto Lorenzo valentino rossi moto gpposizionarsi dopo due curve in testa al gruppo, la sfida fra Valentino e Jorge si è accesa con una serie di tentati sorpassi e staccate da urlo. Una serie di sfide a suon di gas a martello che si è conclusa con l’uscita di quel fumo bianco, che ha costretto Rossi ad uscire a seguito di un motore rotto.

Il risultato è che a 8 giri da correre troviamo in testa Lorenzo, con dietro di lui Marquez, Dovizioso, Iannone e Perdosa.

0

Ci siamo, il MotoGP torna in Italia e arriva al Mugello, con un Gran Premio che ha già il coloro giallo impresso sulle qualifiche. E si, cari amici appassionati di MotoGP, Valentino Rossi ha deciso di mettere tutti dietro per questa tappa del Motomondiale, facendo segnare il miglior tempo nelle qualifiche di ieri con un bellissimo 1’46″504. Dietro di lui arrivano rispettivamente: Vinales  con la sua Suzuki a +0.94, Andrea Iannone in Ducati a +0.103, Marc Marquez sulla Honda a +0.255, Jorge Lorenzo sulla Yamaha a +0.378 ed Espargaro A. a +0.682.

Dietro di loro tutti gli altri, con Pedrosa settimo, Petrucci nono e Dovizioso solo tredicesimo. Questa del Mugello per Valentino Rossi è la 63esima pole della carriera e nelle interviste post qualifica, il Dottore ci ha tenuto a sottolineare quanto abbiano lavorato con i tecnici per migliorare il rapporto con la moto.

Come andrà a finire questa gara al Mugello? Come si comporterà il grande escluso dai primi tre posti, Lorenzo, non appena si spegneranno i semafori? Riuscirà a fare una partenza sprint? E Marquez come si comporterà? Staremo a vedere. Intanto vi diciamo che per motogpseguire la diretta o lo streaming online potete sintonizzarvi sul canale satellitare di Sky Sport o sullo streaming del sito ufficiale di Sky.

Diversamente, se non avete Sky, potete sintonizzarvi sul canale 8 del digitale terrestre. Anche TV8, infatti, trasmetterà la diretta della corsa a partire dalle 13.50.

 

0

Grande Gara 2 in Superbike per il Gran Premio della Malesia a Sepang. Una gara che vede sin dall’inizio grandi problematiche dovute alle condizioni meteo. La pioggia ha reso la pista molto, forse troppo bagnata e si pensa alla possibilità di annullare tutto. Ma così non è, dopo una serie di analisi si sceglie di scendere in pista e correre: così ecco che Gara 2 prendere il via. Davanti a tutti si piazza Hayden che tiene la testa della corsa fino alla fine. Finale, però, incerto fino all’ultimo, dato che Davide Giuliano, protagonista di una grande gara e rimonta, ha quasi rischiato di vincere.

E’ infatti lui il vincitore morale di questa Gara 2 del GP della Malesia, con un gran sorpasso fatto anche a pochi giri dalla fine al suo compagno di squadra Davis. Tuttavia bisogna riconoscere tanto di cappello ad un Niki Hayden davvero esemplare e perfetto, che non ha mai concesso una sbavatura ed ha corso sempre una spanna sopra tutti.

Questo l’ordine di arrivo:

1 N. HAYDEN moto sbk gp
2 D. GIUGLIANO
3 J. REA
4 C. DAVIES
5 A. WEST
6 M. VAN DER MARK
7 A. DE ANGELIS
8 T. SYKES
9 L. CAMIER
10 M. REITERBERGER

0

Superbike GP Malesia: a Sepang è Tom Sykes a dominare su tutti. Dopo essere stato l’uomo da battere nelle qualifiche, con una Superpole che ha staccato tutti nell’ultimo giro disponibile di ben 7 decimi, nella gara 1 di questa mattina Tom Sykes è partito davanti mantenendo un passo costante imponendo a tutti la sua legge. La Kawasaki è quindi prima sul podio, ma non solo. Si posiziona anche in seconda posizione con Rea. Staremo a vedere come andrà ora la sfida di Gara 2. Intanto vi forniamo l’indicazione del podio di oggi:

Primo posto:  Tom Sykes – Kawasaki
Secondo posto: Jonathan Rea – Kawasaki
Terzo posto: Chaz Davies – Ducati

Questo invece l’ordine completo di arrivo:

1 T. SYKES moto superbike
2 J. REA
3 C. DAVIES
4 J. TORRES
5 A. LOWES
6 D. GIUGLIANO
7 M. VAN DER MARK
8 N. HAYDEN
9 A. WEST
10. L. CAMIER

 

0

Si è corso oggi il MotoGP di Francia a Le Mans, un appuntamento del Motomondiale che ha visto sin da subito mettersi davanti a tutti Lorenzo: proprio il pilota della Yamaha, infatti, ha fatto il vuoto dietro di sé prima nelle qualifiche e poi anche durante la gara. Per le qualificazioni Lorenzo ha dato al secondo, Marquez, quasi mezzo secondo di distacco. Se volete vedere il particolare delle qualificazioni e qual è stata la griglia di partenza qui a Le Mans, vi rimandiamo a questo articolo: .

Torniamo ora alla gara. Questo MotoGP di Francia è stato all’insegna delle cadute. Fra i nomi che hanno terminato in anticipo il GP troviamo: Marquez, Dovizioso e Iannone. Se volete sapere cosa è accaduto nel dettaglio, vi basta un clic qui:.

Ed eccoci alla domanda finale: chi ha vinto il MotoGP di Francia? Primo sul podio Lorenzo, mentre secondo arriva Valentino e terzo Vinales. Di seguito la classifica finale:

1. Lorenzomotogp
2. Rossi
3. Vinales
4. Pedrosa
5. Espargaro A.
6. Espargaro P.
7. Petrucci
8. Barbera
9. Bautista
10. Bradl
11. Laverty
12. Baz
13. Marquez