Home Hot!

0

Jimi Hendrix. Mio fratello. Arriva la prima biografia “sentimentale” del grande chitarrista, il più grande di tutti i tempi.

E questa volta a firmare il libro, insieme ad Adam Mitchell, c’è Leon Hendrix, fratello di Jimi, e primo al mondo a parlarne finalmente in toni privati.

Non più solo il grande musicista ma anche il fratello, il Jimi privato, che mai nessuno aveva osato raccontare. Il libro esce a  70 dalla nascita e sarà pubblicato da Skira. Ieri ricorreva il 46esimo anno di carriera, dall’esordio il 23 ottobre del 1966, nei De Lane Lea Studios, per Hendrix, e il libro celebra i suoi 70 anni, dal momento che il chitarrista nacque il 27 novembre 1942.

“Jimi fu una folgorazione, per il rock degli anni Sessanta e la musica intera. Un elettroshock, per quei tempi, e un insegnamento che dura tuttora” così ne scrive Enzo Gentile, autore della prefazione italiana del libro.

E anche questo viaggio nella sua Jimi Hendrix biografiavita è folgorante, mette a confronto due anime di Hendrix, quella nota, sregolata e ispirata della grande rock star, e quella intima, premurosa e affettuosa di fratello maggiore.

Dall’infanzia difficile a Seattle, fino al successo e agli eccessi, fino alla morte e agli scontri dei familiari per l’eredità, il libro si sofferma su ogni dettaglio, ogni segreto e ogni stato d’animo del più grande chitarrista di tutti i tempi.

0

Vabbé che il comunicato stampa che annunciava la led zeppelin dvd 2012 Celebration Daypubblicazione di Celebration Day parlava di “multiple video and audio formats”, ma che i Led Zeppelin sarebbero arrivati a un simile livello di zelo non se lo aspettava nessuno (anche noi che abbiamo seguito questa storia giorno dopo giorno; trovate qui gli articoli riguardanti il countdown: Led Zeppelin countdown a Celelbration day).

Vediamoli un po’, allora, questi multiple video and audio formats, premettendo che il concerto è riportato in versione integrale in tutte le edizioni (16 tracce e un totale di oltre due ore di durata):

AUDIO EDITIONS

-        Digital Download;

-        Vinile (3 LP da 180g);

-        2 CD;

-        Blu-Ray Audio (High-resolution 48K 24 bit PCM stereo e DTS-HD Master Audio 5.1 Surround);

VIDEO EDITIONS

-        Standard DVD Edition (2 CD + DVD);

-        Deluxe DVD Edition (2 CD + 2 DVD; il secondo DVD contiene materiale bonus, tra cui le riprese complete delle prove generali dell’esibizione, registrate agli Shepperton Studios di Londra);

-        Blu-Ray Standard Edition (2CD + Blu-Ray);

-        Blu-Ray Deluxe Edition (2 CD + Blu-Ray + DVD contenente materiale bonus, tra cui le riprese complete delle prove generali dell’esibizione, registrate agli Shepperton Studios di Londra).

Una paccata di roba, per farla breve.

Prima che qualcuno storca il naso, è bene fugare alla svekta i dubbi che potrebbero sorgere su eventuali operazioni speculative portate avanti dal gruppo (della serie: “io volevo solo il DVD ma ’sti stronzi ci devono guadagnare e devo comprare per forza pure i due ciddì”); tutte le edizioni saranno in commercio a prezzi assolutamente forfettari, al limite del simbolico.

0

Anche i Coldplay avranno la loro prima volta. La band inglese famosa in tutto il mondo si sta preparando infatti per il suo primo film live. Si tratta infatti di un film, realizzato nel corso del tour di promozione dell’ultimo album “Mylo Xyloto”, che raccoglie tutte le tappe che i Coldplay hanno toccato a partire dal giugno 2011.

coldplay live 2012 filmIl tour è stato seguito da più di tre milioni di persone e i ragazzi britannici sono davvero fieri del loro pubblico. Chris Martin, frontman del gruppo, ha infatti raccontato quanto sia stato bello avere un pubblico che ha vissuto in simbiosi con loro mentre erano sul palco, trasmettendo energia e dando alle canzoni persino un suono migliore.

“Sono incredibili, variegati, pieni di soul, e rendono il suono delle canzoni migliore di quanto noi siamo gia’ in grado di fare”. Ha detto Martin, parlando dei loro fans.

Il film è stato diretto e assemblato da Paul Dugdale, già dietro il live di Adele dalla Royal Albert Hall e dei film-concerto ‘Worlds On Fire’ dei Prodigy, che ha messo insieme scene dai concerti di Parigi allo Stade de France, di Montreal al Bell Centre e l’esibizione della band al Pyramid Stage di Glastonbury 2011.

Il film così realizzato sarà disponibile a partire dal 20 novembre, pubblicato da Parlophone, su cd, dvd, Blu-ray e digitale.

2

Quando si è una leggenda vivente non si smette mai di essere amati, né di affascinare i propri fan, e così gli Aerosmith, dopo undici anni di (relativo) silenzio ci riprovano con un nuovo album di inediti.

Music from Another Dimension Aerosmith 2012E’ dal 2001, da “Just Push Play” (in cui era contenuta la famosissima “I don’t want to Miss a Thing”), che il gruppo non pubblica inediti e il 6 novembre prossimo torneranno in pista con “Music from Another Dimension” con 15 tracce inedite e con diversi special guest ad impreziosire il quintetto statunitense. Confermate infatti le collaborazioni con l’attore Johnny Depp per “Freedom Fighter” e con il figlio di John Lennon, Julian, per “Luv XXX”.

Inoltre in “Cant’ Stop Loving You” Steven Tyler duetta con Carrie Underwood. Come era avvenuto per “Just Push Play” che conteneva la main track del film Armageddon, la citata “I Don’t Whan to Miss a Thing”, anche quest’album si affaccia al cinema, perché conterrà “Legendary Child” brano composto da Steven Tler nel 1993 e scartato dall’album “Get a Trip” perché considerato non ancora pronto. Rispunta fuori ora in tutta la sua bellezza per accompagnare al cinema il secondo capitolo della saga Hasbro G.I. Joe.

Il disco e’ stato registrato dalla band al completo: Steven Tyler (voce), Joe Perry (chitarra), Brad Whitford (chitarra), Tom Hamilton (basso) e Joey Kramer (batteria) tra Los Angeles e il Massachusetts. Ha prodotto il disco Jack Douglas, Steven Tyler e Joe Perry, ad eccezione di tre tracce, prodotte da Tyler e Marti Frederiksen. Ecco la track list completa:

Music From Another Dimension – Tracklist

Music from Another Dimension aerosmith1. What could have been love
2. Beautiful
3. Street Jesus
4. Legendary child
5. Oh yeah
6. We all fall down
7. Another last goodbye
8. Out go the lights
9. Love three times a day (Hello goodbye)
10. Closer
11. Shakey ground
12. Lover a lot
13. Freedom fighter
14. Up on the mountain.

0

Nuovi dettagli per i fan dei Depeche Mode: il nuovo album della band arriverà entro fine aprile 2013! La notizia è stata resa nota da Rolling Stone USA, che ha riportato le dichiarazioni del manager del gruppo, Jonathan Kessler.

Depeche Mode nuovo album 2013Presente al concerto dei Soulsavers, con i quali ha di recente collaborato Dave Gahan, frontman dei Depeche Mode, Kessler ha dato informazioni maggiori su quest’ultimo progetto: la band sarebbe a lavoro negli studi di registrazione a Santa Barbara, presso la casa di Martin Gore, e sarebbero impegnati nella fase finale della registrazione.

E’ Gahan il più impegnato, che in studio tutti i giorni, vuole pianificare il ritorno della band in grande stile. Nel 2009 “Sound of the Universe” riportò i Depeche Mode sul piedistallo della musica internazionale, conquistando la vetta delle classifiche italiane e di altri 19 Paesi sparsi in tutto il mondo.

Il nuovo album non ha ancora un titolo definitivo, per cui null’altro si può dire a riguardo, tuttavia, per quanto riguarda invece il tour autunnale della band, si può facilmente presupporre una data italiana, dal momento che i Depeche Mode si sono sempre ricordati dei loro fan nel Belpaese. Appuntamento (per ora) ad aprile 2013, e prima chissà, per un concerto dal vivo!

0

Una vita e una carriera, trentacinque album: è Bob Dylan, che il prossimo 11 settembre presenterà il suo 35esimo (appunto) album. Il titolo sarà Tempest e celebrerà i 50 anni di carriera dell’artista, da quel 1962 che vide il suo esordio con l’album omonimo “Bob Dylan”.

bob dylan Tempest album 2012Da dieci anni Dylan si firma Jack Frost, e così firmerà queste dieci nuove tracce tutte autoprodotte e intorno alle quali circolano già pettegolezzi e spoiler non confermati. Ad esempio si vocifera che l’ultima traccia, “Roll On John”, sia una specie di omaggio alla memoria di John Lennon ricco di citazioni dei Beatles, e che la traccia del titolo, “Tempest”, sia una commemorazione cinefila di 14 minuti sull’affondamento del Titanic, con tanto di citazioni del film di James Cameron, scelta probabilmente dettata dal centenario dell’affondamento che si è tristemente celebrato quest’anno. L’annuncio della relaese dell’album è stato dato tramite la pagina ufficiale della leggenda del rock:

“Just announced: Bob Dylan will release his 35th studio album ‘Tempest’ on September 11, 2012 featuring 10 brand new songs.” (Appena annunciato: Bob Dylan rilascerà il suo 35esimo album “Tempest” l’11 settembre 2012, compost da 10 nuove tracce).

A collaborare con lui, David Hidalgo, che lo accompagna dal 2009.Il chitarrista dei Los Lobos ha raccontato che “Ogni suo album è diverso, ognuno con un approccio completamente differente.” Ci aspettiamo quindi sorprese anche da “Tempest” sapendo però che, se la firma è quella di Jack Frost, pardòn, Bob Dylan, nulla può andare storto.

Ecco la tracklist:

01 :: Duquesne Whistle
02 :: Soon After Midnight
03 :: Narrow Way
04 :: Long and Wasted Years
05 :: Pay In Blood
06 :: Scarlet Town
07 :: Early Roman Kings
08 :: Tin Angel
09 :: Tempest
10 :: Roll On John


0

Era il 12 luglio 1962 e gli sconosciuti Rollin’ Stones facevano la loro comparsa sul palco del Marquee Club di Londra. Solo nel 1963 quell’apostrofo venne sostituito da una G, sotto suggerimento del produttore Andrew Loog Oldham, divennero i leggendari Rolling Stones.

rolling stones 50 anni autobiografiaIl gruppo rock inglese compie quest’anno i suoi primi 50 anni, una data importante, le loro nozze d’oro con la musica e con la storia della musica che li ha visti protagonisti. Per celebrare l’evento, uscirà in edicola “Rolling Stones 50”, un’autobiografia del gruppo basato principalmente sugli archivi del Daily Mirror e firmata da Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts e Ronnie Wood.

Nel libro più di 700 immagini di momenti storici, come la foto di quella “prima volta” al Marquee Club, oltre a materiale raro e inedito, tutto archiviato e condiviso per questo importante anniversario. In Italia è pubblicato da Rizzoli a partire dal 12 luglio, in contemporanea con 8 paesi e con una tiratura iniziale di 250 mila copie. ù

Moltissime le iniziative editoriali legate all’anniversario, tra tutte citiamo “The Rolling Stones 1972” (Gallucci) con le foto di Jim Marshall e “Le vere avventure dei Rolling Stones” (Feltrinelli) di Stanley Booth, che per l’occasione è stato rivisitato e aggiornato, e uscirà in questa nuova veste domani 11 luglio. Percorsi fotografici che aiutano gli stessi protagonisti a ricordare la loro straordinaria vita, come quanto Richards, guardando una foto del 1967 commenta: “Io e Keith al pub, in un servizio fotografico del Mirror subito dopo che eravamo usciti di prigione”.

Seguici anche sui social

2,003FansLike
101Subscribers+1
158FollowersFollow