Home Tecnologia Bad Piggies: adesso sì, che vedrete maiali volare

Bad Piggies: adesso sì, che vedrete maiali volare

0

La serie di Angry Birds, amata da tutti gli utenti Apple di iPhone e iPad, dopo lo sbarco nello spazio e la sfida a qualsiasi legge della fisica aveva subito un lieve calo d’interesse, così ecco che i creatori dei volatili più famosi del mondo, diventati un vero brand con decine di oggetti di merchandising, hanno deciso di metterli un po’ da parte per dare spazio ai loro “luridi” rivali: i maiali verdi e antipatici, che molti di noi hanno imparato ad odiare per quel ghigno, con conseguente grugnito beffardo, alla fine di un livello non superato.

Il nuovo gioco che sbarca oggi sull’Apple Store e presto anche sui dispositivi Android, si chiama Bad Piggies e vedrà come protagonisti i maili. Dovremo aiutare queste ingegnosissime pesti verdi a creare i marchingegni giusti per riuscire a raggiungere le uova che gli angry birds hanno cercato di difendere finora.

Così, non ci troveremo più a dover lanciare oggetti tenendo conto solo delle leggi della fisica, in questo nuovo gioco dovremo letteralmente impazzire cercando di creare macchine, attivare reazioni e trovare i modi più impensati per raggiungere l’uovo e portare a termine il nostro compito. Dobbiamo dire che se già Angry Birds era un gioco con un alto livello di sfida e al contempo divertentissimo, vedere le macchine e i livelli che i creatori sono riusciti a mettere su per Bad Piggies lascia pensare, che anche in questo caso il gioco diventerà un must, tormentando le notti e i viaggi di tanti appassionati.

Il prezzo dell’app? Pochi spiccioli come al solito, 0,79 euro per iPhone e 2,39 euro per la versione HD da giocare sull’iPad godendosi in pieno la spettacolarità e la complessità di questo gioco, che rende quasi “necessario” utilizzare un display abbastanza ampio per avere ben chiara la situazione che dovremo affrontare. Buon gioco a tutti e portiamo questi maiali al successo! In attesa che tornino a volare gli “angry birds”.

Nessun commento

Lascia una risposta