Home Videogame Acer Liquid Z3: 99 euro per lo smartphone da 1 GHz

Acer Liquid Z3: 99 euro per lo smartphone da 1 GHz

0

Chi l’ha detto che gli smartphone debbano per forza di cose essere costosi? L’Acer Liquid Z3, ad esempio è device pensato per un pubblico di giovani, o comunque di persone che, pur volendo utilizzare uno smartphone, ha però come obiettivo primario quello di contenere i costi. In questo lo Z3 coglie in pieno l’obiettivo prefissosi, visto che pur utilizzando Android 4.2, sarà offerto al pubblico a partire da metà agosto ad un prezzo di soli 99 euro.

Pur costando così poco, il Liquid Z3 può vantare un processore dual core da 1 GHz e la connettività HSPA+ fino a 21 Mbps, proprio come device dal costo ben più elevato. Le dimensioni contenute non traggano in inganno: al suo interno troviamo anche 4 GB di memoria di storage, la scheda di rete Wi-Fi, il GPS e una fotocamera da 3 megapixel (certo, il questo caso si è andati davvero al risparmio).

Il Liquid Z3 sarà disponibile in due colorazioni: Rock Black e Classic White. Tra gli accessori disponibili potremo trovare flip-cover, scocche posteriori in diversi colori (oltre a Rock Black e Classic White, saranno disponibili scocche nei colori Sakura Pink, Pop Yellow e Lagoon Turquoise) e anche pellicole protettive per lo schermo.

Bella idea quella di realizzare quattro profili richiamabili velocemente che permettono di adattare le funzioni dello smartphone al tipo di utilizzatore. Ad esempio, con il Basic Mode vengono privilegiate le operazioni Acer Liquid Z3 caratteristiche smartphonedi chiamate e invio messaggi. Con il Senior Mode si offre la possibilità di gestire messaggi, comunicazioni, previsioni atmosferiche, ingrandire i contenuti sullo schermo (pinch to Zoom) e via discorrendo.

Il Classic mode offre tutte le funzioni standard di uno smartphone però calandole in un’interfaccia semplice ed organizzata, pensata per i neofiti degli smartphone, mentre il Keypad Mode è la modalità operativa pensata per chi utilizza soprattutto le funzioni telefoniche sfruttando il vecchio tastierino numerico.

Nessun commento

Lascia una risposta